Audi Q7: il cattivissimo V12 è di serie

Erogava 1.000 Nm di coppia. Era limitata elettronicamente?

Audi Q7

Quante volte sentiamo parlare di vetture uniche. Il suv tedesco Audi Q7 lo era però per davvero grazie al potente V12 turbodiesel, montato eccezionalmente su un modello di serie. Esperimento mai più ripetuto e che, con ogni probabilità, mai si ripeterà.

Audi Q7: coppia “esplosiva”

A Ingolstadt, galvanizzati dai successi di Le Mans, costruirono, su base R8, il concept, naturalmente diesel, motore che allora andava fortissimo. Riconoscente al V12 TDI sportivo, scommessero su una versione stradale, che però non aveva nulla di che spartire con quello da corsa. Sviluppava 500 Cv, tutto sommato soddisfacenti. Comunque esaltarono soprattutto i 1.000 Nm, dai 1.750 ai 3.000 giri, per uno scatto 0-100 orari in 4,2 secondi e il picco di velocità massima di oltre 300 km/h. Il cambio era manuale.

Audi Q7: andiamoci leggero

1.000 Nm che voci di corridoio definirono limitatati elettronicamente, per non compromettere cambio, frizione e differenziali (la trazione era ovviamente quattro). E richiese interventi specifici per collocare il motore e trasmettere ai radiatori l’aria necessaria. Esigenze che portarono ad allargare le prese d’aria e frontali. Ad imporlo esigenze di raffreddamento (intercooler compresi) ed “ossigenazione”, decisamente più elevate rispetto a quelle delle altre versioni.

Audi Q7: ambiziosi ridotte drasticamente

Paragonandola alla R8 benzina, risaltava la grande presa Naca ricavata sul tetto in vetro. A livello squisitamente tecnico, il propulsore adottava un angolo tra le bancate di 60°, anziché i 90° della 24 ore. Un sistema di distribuzione a catena azionava anche le pompe dell’impianto di iniezione common rail, prepost, con una pressione di 2.000 bar, a inviare il carburante ai 12 iniettori piezo-elettrici. Due le turbine, una per bancata. Tiratole su il velo, in anteprima mondiale, al Salone di Ginevra 2008, non venne mai commercializzata. La bassa domanda potenziale scoraggiò probabilmente dal farsi carico di costi tanto elevati. Spese ingente ingiustificata guardando al possibile profitto.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × quattro =