SmartDeviceLink Consortium: Ford e Toyota insieme per la massima connessione

SmartDeviceLink faciliterà l'accesso alle applicazioni del proprio smartphone

Auto più smartphone. Sinergia destinata ad aumenta con l’organizzazione SmartDeviceLink Consortium.

SmartDeviceLink Consortium, chi vi fa parte

Ford e Toyota, assieme a PSA, Mazda, Fuji Heavy Industries (cioè Subaru) e Suzuki, hanno deciso di mettere in comune le proprie forze. A farvi parte anche diversi fornitori automotive come Elektrobit, Luxoft, e Xevo. Harman, Panasonic, Pioneer e QNX già pronte ad impegnarsi per un ingresso a breve. SmartDeviceLink fornirà ai consumatori un facile accesso alle applicazioni del proprio smartphone. Usufruendo, in modo integrato, di comandi vocali e touchscreen dell’auto.

Favorire l’innovazione

Le Case automobilistiche e i fornitori, adottando una piattaforma open source, potranno utilizzare uno standard uniforme di riferimento per l’integrazione delle App. “Al centro della decisione di Ford di creare SmartDeviceLink – commenta Doug VanDagens, global director, Ford connected vehicle and dervices di Ford e membro del consiglio del consorzio – vi è la scelta di incoraggiare il percorso dell’innovazione tecnologica, e questo consorzio rappresenta un importante passo verso questo obiettivo. I consumatori saranno posti al centro, beneficiando di ulteriori app innovative, nate da una maggiore collaborazione tra le aziende e dall’impegno degli sviluppatori”.

SmartDeviceLink, per sicurezza e protezione

“La connessione tra smartphone e l’interfaccia del veicolo è uno degli aspetti relativi all’infotainment più importanti – spiega Shigeki Tomoyama, President Connected Company di Toyota -. Utilizzando SmartDeviceLink, saremo in grado di fornire questo servizio ai nostri clienti in modo sicuro e protetto. Siamo entusiasti di collaborare con case costruttrici e fornitori che condividono la nostra visione”. SmartDeviceLink integrerà in modo funzionale le app per smartphone con la tecnologia a bordo del mezzo. L’interfaccia del touchscreen, i comandi al volante e il riconoscimento vocale semplificheranno la guida. Un’esperienza di iper connesione al volante che soddisfi le singole esigenze. Facendo mantenere agli automobilisti il controllo sulle modalità di interazione tra auto e app.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 2]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + quattordici =