Sconti assicurazione auto 2018: la normativa, come farne domanda

Fino al 10 luglio le compagnie possono mettersi in regola

Sconti assicurazione auto 2018

Sconti assicurazione auto 2018. Col Regolamento 37/2018 del 27 marzo scorso l’Ivass ha approvato modifiche al Codice delle assicurazioni, nel rispetto della Legge Concorrenza 124/2017. La nuova disciplina segue due direttrici: da un lato la concessione di agevolazioni economiche, dall’altro la semplificazione dell’iter burocratico.

Sconti assicurazione auto 2018: le condizioni da rispettare

1) il primo, su proposta dell’impresa e previa accettazione degli assicurati. Se ricorre almeno una delle tre seguenti condizioni: ispezione preventiva del veicolo, a spese dell’assicuratore; installazione o presenza sul veicolo (se portabili) di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività, quali la scatola nera o equivalenti; installazione o presenza sul veicolo di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge per la conduzione di veicoli a motore, il cosiddetto alcolock.
2) il secondo, “aggiuntivo”. Applicabile ai soggetti che, negli ultimi quattro anni, non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria. Purché abbiano installato o installino meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, quali la scatola nera o equivalenti, e risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, individuate dall’Ivass.

Parificazione del premio su territorio nazionale

La norma mira a garantire agli assicurati il riconoscimento di sconti sul premio in ragione della riduzione del rischio a carico dell’impresa connesso al ricorrere di una o più delle condizioni indicate, nonché alla progressiva riduzione delle differenze dei premi Rc auto applicati sul territorio nazionale, a parità di rischio, nei confronti degli assicurati virtuosi residenti nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato. Le compagnie hanno tempo fino al 10 luglio per adeguarsi. Nel regolamento n. 37 sono state anche gettate le basi per future attività di monitoraggio “sul rispetto dei criteri e delle modalità di applicazione degli sconti, prevedendo, a tale fine, specifici adempimenti a carico dell’impresa, avuto riguardo, in particolare, alla funzione attuariale e alla funzione di verifica della conformità”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − dodici =