Funzionamento drogometro: l’esperimento, immediato il ritiro della patente

Se trovati positivi, avviene subito la confisca della patente

Crescono i controlli degli automobilisti. Imparato a conoscere l’alcoltest, capiamo ora il funzionamento  drogometro. Una nuova tornata di misurazioni partita al casello di Firenze Sud.

LAVORO DI SQUADRA

Il maxi posto di blocco Polstrada è servito per fare controlli a campione sugli automobilisti.  L’esperimento segue iniziative simili già avviate in altre zone della Toscana. Le pattuglie prevedono anche un medico della Polizia, che materialmente esegue il test, assistito da agenti in divisa. Impiegati anche cani anti droga a Firenze Sud. Già sperimentato in varie province italiane, il drogometro ha la novità che l’esito degli esami risulta immediato. Questa circostanza permette di bypassare un fianco scoperto dei test precedenti. L’arrivo dei risultati dopo diversi giorni ha reso impugnabili molte denunce per guida in stato alterato.

SCATTA SUBITO LA PENA

L’apparecchio, ribatezzato Alere DDS2, velocizza le procedure. Trovato positivo il conducente nella prima visita sul posto, gli verrà immediatamente ritirata la patente per 10 giorni. Il drug test su strada permette di capire se chi guida ha assunto una di queste sostanze: cocaina, oppiacei, cannabinoidi (hashish e marijuana), anfetamine e metanfetamine. La misurazione avviene prelevando saliva con un tampone: se l’esito è positivo si passa ad un più preciso kit diagnostico. Il tampone viene poi inviato al servizio di tossicologia forense della direzione centrale della Sanità, dove i tecnici stabiliranno se il conducente fosse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti mentre guidava e la loro quantità esatta.

PRECEDENTI

Le verifiche, iniziate nel giugno 2015, hanno interessato 35 province, con 260 posti di controllo per 930 automobilisti testati. Positivi ad almeno una sostanza stupefacente 268 di essi, risultato confermato nell’80% dei casi. Senza precisi limiti legislativi, i valori di cut-off, ossia quelli al di sopra dei quali il test dà verdetto positivo, sono pre-impostati dall’azienda produttrice Alere.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette + 15 =