Bollo auto 2018, il ritardo si paga con sanzioni

Per chi paga il bollo auto entro due settimane dalla scadenza, la multa è pari allo 0,1% del bollo per ogni giorno di ritardo

Continua a essere sempre alta l’attenzione sul bollo auto 2018 per la semplice ragione che si tratta di una imposta regionale (e dunque variabile da regione e regione) e i tempi di pagamento sono variabili perché legati al mese di immatricolazione della vettura. C’è però un punto in comune ed è quello delle sanzioni da applicare per i ritardatari.

E la ragione è semplice: l’imposta va pagata indipendentemente dall’utilizzo del mezzo. Si tratta insomma di una tassa sul possesso dell’auto prima ancora che sul suo utilizzo. Ed essendo una imposta locale, gli interessi fissati dalla legge non solo possono cambiare ogni anno, ma possono variare in base alla regione di appartenenza. Entrando allora nel dettaglio, per chi paga il bollo auto entro due settimane dalla scadenza, la multa è pari allo 0,1% del bollo per ogni giorno di ritardo; per il pagamento dal 15esimo al 30esimo giorno dalla data di scadenza all’1,50% dell’importo del bollo non pagato.

In ogno caso, gli interessi di mora ammontano allo 0,3% per ogni giorno di ritardo. Per quanto riguarda il ravvedimento, se tra il 31esimo e il 90esimo giorno dal termine prevede una sanzione pari all’1,67% più interessi di mora mentre se dopo il 91esimo giorno ed entro un anno, la sanzione è pari a 3,75% più interessi di mora.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 + diciassette =