Tariffe autostradali: i rincari del 2018

L'Unione Nazionale Consumatori accusa: "Mandano in tilt i bilanci dei pendolari".

Tariffe autostradali

Rincari sulle tariffe autostradali. Investimenti, inflazione e interventi strutturali hanno fatto propendere, comunica il Ministero dei Trasporti, per pedaggi complessivamente più cari del 2,74%.

Tariffe autostradali: raddoppiate nella tratta Aosta Ovest-Morgez

Coinvolte 23 concessionarie autostradali e tre (T.E.E.M, Pedemontana Lombarda e Bre.Be.Mi.) che hanno come concedente la Concessioni Autostrade Lombarde (CAL) S.p.A. RAV. Provoca sdegno il rincaro stabilito per quanto riguarda la tratta Aosta Ovest-Morgez, passa da 5,60 euro a 8,40 (+52,69%). Un pesante sovrapprezzo a cui vanno aggiunti quelli stabiliti per la Strada dei Parchi (+12,89%) e le Autostrade Meridionali (+5,98%). Destinati inoltre 474 milioni all’adeguamento della III/IV corsia, la Torino-Milano prevede un +8,34%. Esborsi economici causano inoltre il +13,91% della Milano-Serravalle. Stando agli ultimi calcoli il pedaggio complessivo sarà, come sopra anticipato, del 2,74%. L’incremento tariffario trova fondamento nelle Convezioni Uniche stipulate nel 2007, in attuazione della legge di riforma del settore n. 296/2006. Formule e criteri di calcolo sono stati elaborati nelle delibere Cipe 2007 e 2013.

Tariffe autostradali: veementi proteste

“Si tratta di aumenti inaccettabili, ha protestato Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Anche se il rialzo medio dei pedaggi sulla rete autostradale è del 2,74%, ci sono incrementi bulgari. Avere rincari del 13,91%, come per la Milano Serravalle, vuol dire mandare in tilt i bilanci di quei pendolari costretti a prendere quella tratta”.

Tariffe autostradali: elenco dettagliato

Andiamo infine a vedere nel dettaglio l’incremento dei prezzi stabilito per circolare sulle autostrade italiane: Asti-Cuneo spa 0,00%; ATIVA spa 1,72%; Autostrade per l’Italia S.p.A. 1,51%; Autostrada del Brennero spa 1,67%; Autovie Venete spa 1,88%; Brescia-Padova spa 2,08%; Consorzio Autostrade Siciliane 0,00%; CAV spa 0,32%; Centro Padane Spa 0,00%; Autocamionale della Cisa Spa 0,00%; Autostrada dei Fiori Spa 0,98%; Milano Serravalle Milano Tangenziali spa 13,91%; Tangenziale di Napoli spa 4,31%; RAV spa 52,69%; SALT spa 2,10%; SAT spa 1,33%; Autostrade Meridionali (SAM) spa 5,98%; SATAP spa Tronco A4 8,34%; SATAP spa Tronco A21 1,67%; SAV spa 0,00%; SITAF spa 5,71%; Torino – Savona spa 2,79%; Strada dei Parchi spa 12,89%; Bre.be.mi. 4,69%, TEEM 2,70% e Pedemontana Lombarda 1,70%.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − cinque =