Auto 2018 F1: le monoposto della nuova stagione

Scaldano il cuore degli italiani Ferrari e Alfa Romeo, al ritorno in pista dopo una lunga assenza.

Auto 2018 F1

Scatta semaforo verde per la Formula 1. Sulla griglia di partenza nove team, alacremente al lavoro, specialmente, e naturalmente, sull’aspetto meccanico. Bolidi indomabili con linee mozzafiato che rendono le auto 2018 F1 delle ‘must see’.

Auto 2018 F1: Alfa Romeo-Sauber C37

Nella stagione del suo ritorno alle corse, il Biscione si è preoccupato principalmente nell’ottenere un flusso d’aria ottimale. Il muso, rivisitato rispetto alla C36, riprende alcuni concetti già visti nelle passate stagioni sulla Force India.

Ferrari SF71H

L’incoraggiante avvio stagionale di Sebastian Vettel genera ottimismo a Maranello. Esteticamente si tratta di un ritorno al passato, col netto predominio del rosso e qualche sfumatura di grigio. Ha la silhouette più slanciata e un muso che tende ad appuntirsi nel tratto finale.

Haas VF18

Costruita in collaborazione con Dallara, la rinnovata Haas mette una pezza ai problemi aerodinamici accusati. Favorendo così l’impiego degli pneumatici.

McLaren MCL33

La McLaren 2018, versione perfezionata del progetto precedente, rende omaggio alla prima, storica, macchina, color arancio papaya e blu, che gareggiò, mezzo secolo fa, in Formula 1. A spingerla un motore Renault, inedito assoluto.

Mercedes W09

Monoposto che vince non si cambia. Mercedes, campione iridato in carica, resta fedele ai dettami stilistici che hanno portato fin lassù in cima la W08, solo che li ha radicalizzati.

Red Bull RB14

Secondo un noto proverbio, due galli non possono stare nello stesso pollaio. Non sono di questo avviso i dirigenti austriaci, avendo confermato in blocco la coppia di piloti Ricciardo-Verstappen. Scommessa che potrebbe sì ripagare, ma anche generare attriti interni. I problemi di correlazione dati pare siano stati risolti.

Renault RS18

Parte a rilento la nuova era di Marcin Budkoski, ex tecnico FIA. Fedele alle linee 2017, prospettiamo numeri cambiamenti in corsa.

Toro Rosso STR13

La Toro Rosso STR13, cromaticamente identica al precursore, cambia radicalmente nel cuore. Rinuncia ai motori Renault in favore di quelli Honda e Adotta la sospensione posteriore.

Williams FW41

Eccellenza di casa alla Williams. Per tale occasione il direttore tecnico Paddy Lowe generano un elevato carico aerodinamico traslando sulle proprie vetture soluzioni tecniche utilizzate in casa Mercedes e Ferrari. A coadiuvarlo nelle operazioni il chief designer Ed Wood e l’ex Ferrari, Dirk De Beer.

 

 

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − nove =