Gomme estive: ecco cosa prevede la legge

Chi non rispetta la normativa va incontro a una sanzione amministrativa davvero rilevante

gomme estive

Anche quest’anno, con l’approssimarsi della stagione più calda, è venuto il momento di provvedere al montaggio delle gomme estive in sostituzione di quelle invernali. Questo genere di pneumatici consentono di viaggiare in sicurezza quando le temperature sono particolarmente elevate.

Gomme estive: quando provedere al cambio

Ormai da qualche anno gli automobilisti sono chiamati a effettuare il cambio gomme quando ci si avvicina alla stagione più calda o a quella più fredda. L’intento del Ministero dei Trasporti, attraverso questa normativa, è quello di preservare la sicurezza di chi circola sulle nostre strade in ogni condizione meteo. Gli pneumatici hanno infatti un ruolo fondamentale nella nostra vettura ed è per questo che è necessario montare quelli adeguati a rispondere alla presenza di neve o ghiaccio di inverno e in grado di avere un’ottima aderenza quando le temperature sono bollenti.

Quest’anno la normativa invita chi è in possesso di una vettura a montare le gomme estive a partire da domenica prossima, 15 aprile. E’ comunque possibile usufruire di un mese di tolleranza (quindi fino al 15 maggio) per mettersi in regola.

Gomme estive: i vantaggi principali

Riconoscere le gomme estive non è difficile. Queste si caratterizzano per la presenza del simbolo di un sole, oltre che per una mescola più dura e minori scanalature (sono solo tre longitudinali per evitare il rischio di acquaplaning). Lo spazio di frenata diventa minore, così come il consumo di battistrada. Anche la vettura, viaggiando in condizioni meteo meno proibitive, diventa più silenziosa.

Pneumatici di questo tipo hanno una maggiore aderenza alla strada (ideale quando il caldo diventa davvero opprimente), ma sono anche in grado di raccogliere ed eliminare facilmente l’acqua. Gli acquazzoni improvvisi possono infatti verificarsi frequentemente durante la stagione più calda.

Viaggiare con questo genere di pneumatici impedisce il surriscaldamento e, di conseguenza, anche le prestazioni ne traggono vantaggio. Inevitabilmente, anche il consumo di carburante è minore.

Gomme estive: le conseguenze per chi non effettua il cambio

Effettuare il cambio gomme è un preciso obbligo del Codice della Strada e, come tale, comporta conseguenze per gli irregolari. I trasgressori possono infatti andare incontro a una sanzione amministrativa che va da 422 euro fino a un massimo di 1.682 euro con ritiro della carta di circolazione.

Gli unci esenti dal rispetto della legge sono i conducenti che scelgono di optare per le Gomme “All Season”, conosciute più comunemente come “Gomme 4 stagioni”. Questo genere di ruote possono essere utilizzate in tutto l’arco dell’anno (i costi sono leggermente superiori), ma difficilmente possono durare più di dodici mesi. Per chi è abituato a percorrere pochi chilometri con il proprio veicolo questa soluzione può rivelarsi la più conveniente.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + 12 =