Lamborghini Terzo Millennio: supercar elettrica che viene dal futuro

Il corpo vettura immagazzinerà energia, attraverso nanotubi integrati.

Lamborghini Terzo Millennio

Una supersportiva elettrica, seducente nelle linee, apripista alle innovazioni della mobilità futura. È Lamborghini Terzo Millennio, prototipo di vettura realizzato in collaborazione con due laboratori del MIT (Massachusetts Institute of Technology).

Lamborghini Terzo Millennio: aerodinamica esasperata

Tenendo conto dei profondi cambiamenti in campo tecnologico, anticipa i dettagli stilistici delle Lamborghini di domani. Ne sono un esempio significativo l’evoluzione e l’ulteriore sviluppo del caratteristico dettaglio a Y di fari anteriori e posteriori. Materializza un’espressione radicale di superiorità aerodinamica, imperniata su un’architettura completamente nuova e dedicata al perfezionamento del flusso aerodinamico. Una monoscocca altamente avanzata basata sulla tecnologia Forged Composites può essere modellata per contenere solo il sistema di accumulo dell’energia e i sedili di pilota e co-pilota, ispirati alle auto da corsa.

Lamborghini Terzo Millennio: limita le fratture

La collaborazione mira a colmare il divario in termini di densità energetica delle batterie convenzionali. Continua a mantenere l’elevata potenza, il comportamento simmetrico e il lunghissimo ciclo di vita correlati alla tecnologia dei supercondensatori. Per questo motivo, verrà esaminata la possibilità di includere superfici a nanocariche nei materiali in fibra di carbonio della scocca, che agiscano come accumulatori per l’immagazzinamento dell’energia attraverso nanotubi integrati e permettano di utilizzare l’intera carrozzeria della vettura come sistema di immagazzinamento. Un processo di auto-riparazione attraverso micro-canali riempiti di composti chimici. Atti a riempire la cricca, azzererebbero il rischio di propagazione di piccole fratture nella struttura in fibra di carbonio. Questo permetterebbe una ulteriore riduzione del peso con un più esteso uso della fibra di carbonio o l’applicazione di CFK ai componenti sottoposti a sollecitazioni elevate.

Lamborghini Terzo Millennio: simulatore di guida

La simulazione di guida pilotata consentirà al conducente di essere guidato da un esperto virtuale su una pista come quella di Imola, per poi sentirsi come un vero “pilota”, sperimentando la vettura e il circuito reali e continuando a seguire la ghost car virtuale. Il sistema di immagazzinamento dell’energia deve combinarsi con un sistema di propulsione atto a garantire le massime prestazioni. Ogni ruota include un motore elettrico integrato, mantenendo così la trazione integrale, coppia elevata, reversibilità e possibilità di trasmettere l’energia elettrica tramite cablaggi. Spostare i motori elettrici nelle ruote offre poi un ulteriore vantaggio: maggiore libertà nelle forme per aerodinamica e design. Non ultimo, il conseguente e innovativo approccio orientato ad aerodinamicità e leggerezza si tradurrà in nuove dinamiche longitudinali e laterali, fino ad oggi sconosciute in questa combinazione per le auto elettriche.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 12 =