Golf 8, nuovo modello 2019-2020 in arrivo: uscita, caratteristiche, motori e prezzi

Volkswagen ha rivelato i primi dettagli sul motore TDI da 2,0 litri chiamato a spingere la nuova Golf 8

Ci sono due date da segnare sul calendario: ottobre 2019 e marzo 2020. La prima è infatti quella della presentazione ufficiale della nuova Volkswagen Golf, l’ottava generazione dell’auto più venduta in Europa. La seconda è quella dell’avvio delle vendite, anche in Italia. Rispetto alla versione attuale vanno messi in conto numerosi cambiamenti, anche e soprattutto in relazione alla disponibilità di motori tra cui scegliere.

Basti pensare che la variante elettrica non sarà realizzata poiché la casa automobilistica tedesca ha deciso di seguire un percorso autonomo ovvero lo sviluppo di una gamma di veicoli dedicata. Per il resto la filosofia ispiratrice è quella della continuità anziché dello stravolgimento.

Motori benzina, diesel e ibridi per Golf 8

Volkswagen ha quindi rivelato i primi dettagli sul motore TDI da 2.0 litri chiamato a spingere la nuova Golf 8. Secondo la società con sede a Wolfsburg, la versione diesel dell’ottava generazione della compatta trarrà beneficio dal prossimo stadio evolutivo del sistema di riduzione catalitica selettiva del marchio. Il sistema aggiornato, promette VW, riduce gli ossidi di azoto nei gas di scarico ed è impostato per il doppio dosaggio.

In effetti, un agente riducente acquoso (Adblue) viene iniettato selettivamente a monte di due convertitori catalitici SCR disposti in serie. Già in uso nella Passat 2.0 TDI Evo da 110 kW, secondo Volkswagen il nuovo sistema soddisfa i requisiti tecnici del futuro standard sulle emissioni Euro 6d.

La nuova Golf, rivela la casa automobilistica, presenterà un doppio dosaggio in tutte le varianti TDI. VW afferma che le misurazioni delle emissioni reali di guida confermano che i livelli di ossido di azoto sono ridotti di circa l’80% rispetto alla generazione attuale dello stesso modello. Il processo di doppio dosaggio richiede un secondo catalizzatore SCR che si trova nel sottoscocca del veicolo. Poiché la distanza dal motore è maggiore, Volkswagen afferma che la temperatura di scarico a monte della seconda unità può essere inferiore di 100 gradi.

La novità sotto al cofano è comunque rappresentata dai motori a benzina 3 cilindri di 1.000 cc TSI e 1.500 cc TSI, accompagnati da una unità elettrica per la creazione di un sistema ibrido, che si vanno ad affiancare al turbodiesel di 1.500 cc TDI.

Golf 8, cosa cambia all’interno e all’esterno

Volkswagen Golf 2019-2020 di ottava generazione è stata quindi vista senza alcuna mimetizzazione in occasione di un recente servizio commerciale per l’auto. Il cambiamento più significativo sembra essere stato apportato nella parte posteriore con i nuovi fanali posteriori più aggressivi rispetto a quelli del modello uscente. Ma è soprattutto l’interno della nuova Golf a subire un aggiornamento più interesse rispetto alla vettura attuale per via della presenza di un gruppo di indicatori completamente digitale e di un ampio touchscreen per il sistema di infotainment al centro della console.

Ma più in generale per la maggiore digitalizzazione delle sue componenti secondo la logica meno touch e più voce. Il prezzo di listino per il modello d’entrata non dovrebbe infine discostarsi eccessivamente da quello d’accesso di Golf 7.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 5 =