Ford Mustang Shelby GT350 2019: potente e cattiva

Per il prodotto finale è stato chiamato in causa un pilota da corsa

Ford Mustang Shelby GT350 2019

“Da qualche parte lassù, Carroll sta sorridendo”. Il Carroll in questione è Carroll Shelby, figura leggendaria, commemorata, nel nome, dalla Ford Mustang Shelby GT350 2019. A parlare è invece Hermann Salenbauch, direttore di Ford Performance. Come impone la tradizione, si rinnova pure quest’anno, assomigliante sempre più alla versione da corsa. Progresso ulteriore reso possibile attingendo alla vasta esperienza del pilota di casa Billy Johnson.

Ford Mustang Shelby GT350 2019: esclusivi pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2

I servigi si sono resi necessari per attribuire all’auto quanta più prestante possibile. Seguendo principi e valori che il pilota texano dimostrava nelle numerose gare vinte. Da un punto di vista aerodinamico, integra, come optional, lo spoiler posteriore, con flap Gurney, ma anche una grigla anteriore più chiusa. Come assetto largo al sistema di sospensioni attive Magneride, comprensive di molle e ammortizzatori ricalibrati. A cui si sommano l’impianto frenante Brembo, nonché sei e quattro pistoncini. Infine, ritocchi alle gomme. I nuovi cerchi in lega da 19’’ calzano pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 (295/35 e 305/35) appositamente sviluppati. Sotto il cofano un motore ormai rinomato qual è il 5.2 V8 da 533 CV e 5814 Nm di coppia motrice massima. Specifiche tecniche che le valgono la palma di motore più potente aspirato dell’Ovale Blu. Abbinato al cambio manuale Tremec a 6 marce.

Strisce sulla carrozzeria

La tavolozza delle tinte carrozzeria si arricchisce dei colori Velocity Blue e Ford Performance Blue (inedito), abbinabili alle strisce longitudinali nere, bianche e blu. Mentre dentro propone nuovi dettagli in alluminio sul pannello strumenti, fibra di carbonio e pannelli porta, rivestiti in microfibra italiana Miko. La stessa che può rivestire i sedili sportivi Recaro a guscio. E per l’intelligenza artificiale ospita un sistema di infotainment Sync3 su schermo touch da 8”. Controlla anche l’impianto audio B&O Play, costituito da 12 altoparlanti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 − 5 =