Seggiolini auto: come utilizzarli per viaggiare in sicurezza

Fino ai 15 mesi è raccomandabile montarli in senso contrario a quello di marcia

seggiolini auto

Quando ci si trova a viaggiare in auto con un bambino è fondamentale farlo in assoluta sicurezza. L’utilizzo del seggiolino è fondamentale, anche se troppo spesso sottovalutato.

Seggiolini auto: sono davvero fondamentali

I dispositivi di ritenuta, conosciuti più comunemente come seggiolini auto, sono un elemento indispensabile quando ci si appresta a spostarsi con uno o più bambini. Non si deve infatti mai dimenticare quanto sia fondamentale consentire ai più piccoli di viaggiare in assoluta sicurezza.

Il loro approdo nelle vetture risale addirittura agli anni ’50, ma in quel periodo erano considerati solo come un elemento in grado di sollevare i bimbi e consentirgli di guardare fuori da finestrino. Con il passare del tempo sono stati sottoposti a numerosi test da parte delle aziende produttrici per renderli sempre più performanti.

CSI,  società del gruppo IMQ e centro di eccellenza nell’attività di testing per il settore automotive che effettua anche i test per l’omologazione dei seggiolini, ha voluto così stilare una serie di consigli utili per chi vuole far viaggiare i bimbi in sicurezza.

Seggiolini auto: cosa prevede il Codice della Strada

La normativa in vigore è stata modificata giusto nel 2017 e non ammette fraintendimento. Ogni aspetto relativo ai viaggi in auto con i bambini è regolamentato nell‘articolo 172 del Codice della Strada.

Qui si sottolinea come il seggiolino sia obbligatorio fino al raggiungimento dei 36 chili di peso. Al superamento dei 18 kg (125cm) è possibile utilizzare anche gli adattatori, ovvero piccoli sedili a rialzo, che permettono di usare le cinture di sicurezza, passate sotto le alette poste ai lati. I minori che hanno un’altezza inferiore a 1,50 metri devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta adeguato al loro peso, di tipo omologato.

Seggiolini auto: come utilizzarli al meglio

Per far sì che svolgano al meglio il proprio ruolo, è ovviamente fondamentale conoscere come montare il seggiolino in auto. Fino al compimento dei 15 mesi è innanzitutto consigliabile mettere il dispositivo di ritenuta in senso contrario rispetto a quello di marcia. Non si tratta di un vezzo, ma c’è una motivazione ben precisa. Questo consente infatti di sostenere maggiormente la testa e di distribuire le forze dell’impatto in modo più ampio. Solitamente è consigliabile posizionarlo sul sedile posteriore, ma bloccando le maniglie dell’auto.

Qualora invece si preferisse mettere il seggiolino sul sedile anteriore non si deve mai dimenticare di disattivare l’airbag lato passeggero. Periodicamente è inoltre opportuno controllare che il dispositivo sia opportunamente agganciato al sedile e installato secondo le indicazioni dell’azienda produttrice.

Seggiolini auto: guida alla scelta

Per chi si appresta ad acquistare un seggiolino la scelta sul mercato non manca. Chi teme di doversi sobbarcare una spesa particolarmente elevata può stare tranquillo. Sul mercato ce sono disponibili di tutti i prezzi, a volte è possibile risparmiare pur senza rinunciare alla qualità. È innantutto fondamentale verificare che il prodotto sia dotato di apposita omologazione, sinonimo di sicurezza del prodotto.

Tra le varianti più diffuse, ma leggermente più costose ci sono quelli dotati di attacchi ISOFIX. obbligatori sui seggiolini di nuova omologazione fino ai 105 cm poiché limitano la possibilità di errore in fase di installazione. La mancanza di questi particolari attacchi non comporta problemi di sicurezza, ma è richiesta una maggiore cautela in fase di installazione.

Ma come possiamo avere la certezza che il dispositivo di ritenuta sia omologato? Quelli “regolari” sono dotati di una specifica etichetta di colore arancio in cui sono presenti informazioni quali nome dell’azienda produttrice, la fascia di peso (per la normativa UN ECE R44) o l’altezza (per la più recente UN ECE R129), il paese in cui è stata ottenuta l’omologazione (1 = Germania, 2 = Francia, 3 = Italia, 4 = Paesi Bassi, ecc.), il numero del lotto (utile in caso di richiamo del prodotto per difetti di fabbrica).

È possibile comunque in alcuni casi circolare con un vecchio seggiolino. Sono però a norma di legge solo quelli con omologazione UN ECE R44 01 e la UN ECE R44 02 (in vigore fino a metà anni ’90). I più sicuri sono comunque quelli più moderni, ovvero con omologazione UN ECE R44 04 e UN ECE R129.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + due =