Auto ibride, come si ricaricano con le tecnologie attuali

Con una capacità da 8 a 10 volte maggiore rispetto ai veicoli ibridi convenzionali, la batteria dei veicoli ibridi ricaricabili deve essere utilizzata correttamente

Durante la guida o tramite una presa domestica o una wallbox, ci sono diversi modi per caricare un’auto ibrida. Tuttavia, tutto dipende dalla tecnologia utilizzata. Diventa allora interessante approfondire le differenti soluzioni presenti sul mercato.

Come si ricaricano le auto ibride semplici

Gli ibridi semplici si ricaricano autonomamente durante le varie fasi di guida. Dotati di piccole batterie con capacità inferiore a 2 kWh, questi veicoli utilizzano un generatore per trasformare l’energia cinetica in energia elettrica durante le fasi di frenata e decelerazione.

Una volta immagazzinata nella batteria, questa energia viene restituita al motore elettrico che può, a seconda della configurazione, agire da solo o di concerto con il motore termico. Particolarmente facili da usare, gli ibridi autoricaricanti non hanno alcun vincolo di connessione o tempo di ricarica. L’altra faccia della medaglia: il loro funzionamento in modalità elettrica è molto meno esteso rispetto ai modelli ibridi plug-in.

Come si ricaricano le auto ibride plug-in

Con architetture simili agli ibridi semplici, i modelli ibridi ricaricabili o plug-in sono dotati di batterie con una capacità molto maggiore. Se possono essere ricaricate autonomamente anche durante le fasi di frenata e decelerazione, queste batterie devono essere collegate alla rete elettrica per beneficiare di una ricarica completa. Per l’utente due soluzioni: passare da una presa domestica utilizzando il cavo di ricarica fornito dal produttore oppure dotarsi di una wallbox. Richiedendo un investimento aggiuntivo, questa apparecchiatura ridurrà i tempi di ricarica.

La batteria dei veicoli ibridi ricaricabili è dimensionata per corrispondere alla maggior parte dei viaggi casa-lavoro. Cinquanta chilometri di autonomia in modalità 100% elettrica sono infatti sufficienti per molti utenti. Ricaricando ogni sera, è quindi possibile non consumare mai una goccia di benzina al giorno. Il viaggio è più lungo della media? Basta una presa di corrente nel parcheggio del posto di lavoro per ricaricare ciò che arriva a casa. In genere, una carica completa richiede 2-4 ore su una presa domestica. Un vantaggio notevole che richiede di avere accesso a una presa e di impiegare pochi secondi per collegarsi.

Con una capacità da 8 a 10 volte maggiore rispetto ai veicoli ibridi convenzionali, la batteria dei veicoli ibridi ricaricabili deve essere utilizzata correttamente per garantirne la longevità. Frenare e decelerare non sono sufficienti per caricarlo completamente. Pertanto, le batterie ibride ricaricabili raramente caricate ristagnano a un livello intorno al 15%. Come con le batterie scariche di computer o telefoni cellulari abbandonate, possono ossidarsi e perdere gran parte della loro efficacia.

Articolo precedenteLa batteria dell’auto elettrica può essere riciclata e riutilizzata?
Prossimo articoloPilota automatico Tesla, come funziona e si attiva l’Autopilot

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here