Rc auto, procedura da seguire per il risarcimento danno: dalla denuncia alla richiesta

Le possibili risposte della della compagnia di assicurazione

In caso di incidente, l’assicurato è chiamato a informare la propria assicurazione nel più breve tempo possibile. In base al Codice civile lo deve fare entro 3 giorni da quando avviene il sinistro o da quando ne viene a conoscenza. In caso contrario Il diritto al risarcimento può essere perso o ridotto. Il ritardo, l’inesattezza o il mancato invio della denuncia o della documentazione, consentono alle compagnie di rivalersi in base a quanto previsto dal Codice delle assicurazioni private. La denuncia deve avere in allegato una copia del Modulo di constatazione amichevole d’incidente, il cosiddetto modulo blu, e deve contenere una dettagliata descrizione dell’incidente.

Cosa deve contenere la denuncia

La denuncia deve contenere luogo e data dell’incidente; targhe dei veicoli coinvolti; denominazione delle rispettive imprese assicuratrici; nome e cognome, codice fiscale, residenza dei soggetti coinvolti; indicazione dell’eventuale intervento delle autorità; presenza di testimoni con indicazione di nome e cognome, codice fiscale, residenza; il luogo, i giorni e le ore in cui le cose danneggiate sono disponibili per l’ispezione necessaria ad accertare l’entità del danno.

Se in conseguenza dell’incidente ci sono lesioni a terzi o al conducente la denuncia deve contenere anche le generalità dell’infortunato con indicazione del ruolo a bordo del veicolo; i dati relativi all’entità delle lesioni subite con allegato il certificato rilasciato dal Pronto soccorso; l’eventuale attestazione medica di avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti; dichiarazione di avere o non avere diritto a prestazioni da parte di Enti assicuratori sociali.

Richiesta risarcimento danni e risposte della compagnia di assicurazione

Insieme al modulo blu, se l’assicurato si ritiene in tutto o in parte non responsabile del sinistro, deve essere spedita anche la richiesta di risarcimento danni che deve essere inviata alla propria compagnia di assicurazione o alla compagnia assicurativa del responsabile in caso contrario. La procedura di indennizzo diretto si applica se l’incidente avviene in Italia; sono coinvolti due soli veicoli identificati, assicurati e immatricolati in Italia, Repubblica di San Marino o Città del Vaticano; l’incidente provoca solo danni ai veicoli e lesioni di lieve entità al conducente.

Le compagnie comunicano quindi all’assicurato la somma offerta per il risarcimento dopo aver valutato se esistono i presupposti per l’applicazione della procedura di indennizzo diretto e se l’assicurato è ritenuto in tutto o in parte non responsabile dell’incidente. Se invece il danno non è risarcibile invia una comunicazione con i motivi per cui ritiene di non procedere all’offerta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + tredici =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.