Art. 158 Codice della strada: fermata e sosta

La norma che regola il divieto di sosta e di fermata e le sanzioni previste

L’Art. 158 del codice della strada regola il tema del divieto di sosta e di fermata dei veicoli. In esso sono contenuti tutti i divieti previsti dalla norma, spiegati nel dettaglio, con le rispettive sanzioni.

Art. 158, i divieti previsti

La fermata e la sosta sono vietate in corrispondenza o in prossimità dei passaggi a livello e sui binari, nelle gallerie, nei sottovia e sotto sovrapassaggi, fornici e portici, sui dossi, sulle curve e in loro prossimità, in corrispondenza e in prossimità di segnali stradali verticali e semaforici e in corrispondenza di segnali orizzontali di preselezione. La fermata e la sosta sono inoltre vietate sulla corrispondenza e in prossimità di aree di intersezione, sia fuori che dentro i centri abitati, su passaggi e attraversamenti pedonali e per ciclisti, sulle piste ciclabili e sugli sbocchi delle stesse e sui marciapiedi. La sosta di un veicolo è anche vietata allo sbocco dei passi carrabili, dovunque è impedito l’accesso ad un altro veicolo regolarmente in sosta o lo spostamento del veicolo stesso, in seconda fila, negli spazi riservati allo stazionamento o alla fermata di autobus, filobus e veicoli su rotaia, sulle aree destinate al mercato e al carico e scarico di cose, sulle banchine, nelle aree riservate alla fermata o alla sosta di veicoli per persone invalide, nelle corsie riservate ai mezzi pubblici, in aree pedonali urbane e nelle zone a traffico limitato, negli spazi destinati a servizi di emergenza o igiene, davanti ai cassonetti, in corrispondenza dei distributori di carburante. Nei centri abitati è vietata la sosta dei rimorchi nel momento in cui sono staccati dal veicolo trainante.

Art. 158, le sanzioni previste

Per chiunque viola le disposizioni previste dall’art. 158 è previsto il pagamento di una sanzione amministrativa che, per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote, varia da euro 40 a euro 163 o da euro 24 a euro 97, a seconda della disposizione violata e per i restanti veicoli da euro 84 a euro 335 oppure da euro 41 a euro 168, sempre a seconda della disposizione violata. Per alcune violazioni è prevista inoltre la perdita di due punti sulla patente.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 100 Media: 3.6]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 3 =