Car sharing elettrico e aziendale: come funziona

Il car sharing diventa elettrico e nato come esperimento tra privati si sta diffondendo rapidamente anche nelle aziende

La flessibilità è il principale punto di forza del car sharing. Utilizzando un’app mobile o Internet si individua il veicolo disponibile più vicino e il gioco è fatto, a qualunque ora del giorno o della notte. Alcuni servizi richiedono di ritirare e riconsegnare il veicolo all’interno di stazioni specifiche. Altri permettono di lasciarlo da qualche parte vicino alla propria destinazione, a condizione che sia dentro i confini dell’area coperta dal servizio.

Le tariffe sono misurate in minuti, ore, giorni o chilometri. A prima vista i cartellini dei prezzi potrebbero non sembrare un vero affare, almeno rispetto a quelle delle auto a noleggio. Tuttavia occorre comprendere che si sta pagando solo per il tempo al volante mentre sno compresi anche assicurazione e manutenzione sono inclusi nella tariffa e, a volte, il parcheggio

Nuovo servizio di car sharing elettrico e aziendale

Il car sharing diventa elettrico e nato come esperimento tra privati si sta diffondendo rapidamente anche nelle aziende. Ald Automotive Italia sta esplorando una nuova frontiera: quello del corporate car sharing elettrico. L’azienda, tra attiva a livello mondiale nel settore del noleggio a lungo termine, offre un servizio completo. Grazie alla partnership con Enel X, Ald è in grado di procedere all’installazione dell’infrastruttura e delle colonnine di ricarica direttamente in azienda e di mettere in campo un servizio di assistenza ad hoc per la gestione del servizio.

L’obiettivo è semplificare, grazie allo strumento digitale e a una apposita piattaforma tecnologica, la condivisione con i propri colleghi dei mezzi del parco auto aziendale. L’applicazione per smartphone e la piattaforma web MyAld rendono l’utilizzo di Ald Carsharing facile e immediato sia per i Fleet Manager sia per i driver.

Con il servizio Multiparking ogni driver ha la possibilità di chiudere i viaggi in car sharing o in un parcheggio aziendale o in uno di interesse strategico per l’azienda, come aeroporti e stazioni. Un servizio che punta ad accelerare la transizione delle flotte aziendali verso l’elettrico.

Posizione del veicolo tracciata con il satellite

Come ricordato dai promotori, ogni veicolo è dotato di un dispositivo che rileva dati sul suo utilizzo e li rende disponibili online per la consultazione: un sistema intelligente che migliora l’efficienza, riduce i costi e aumenta la sicurezza.

Il sistema di localizzazione permette di rintracciare in tempo reale il veicolo in caso di furto e richiesta di soccorso. In caso di sinistro è attiva l’assistenza h24 e viene creato un dossier online con tutti i dati utili a ricostruire la dinamica dell’incidente. Puoi monitorare l’uso dei veicoli e i consumi, favorendo una guida più responsabile e sostenibile.

Articolo precedenteSkoda Karoq 2021, suv comodo e spazioso alla prova su strada
Prossimo articoloAuto elettriche, le migliori app per trovare le stazioni di ricarica più vicine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci − 2 =