Box auto in condominio: quando si può usare come magazzino per una azienda o attività

La comodità della realizzazione di un box auto in condominio come magazzino per una azienda o attività si comprende facilmente

box in muratura o prefabbricato

Il box auto è uno degli spazi più versatili e multifunzionali da poter sfruttare come magazzino per una azienda o attività. A seconda delle sue dimensioni, è praticamente possibile usarlo per qualsiasi cosa. Ma cosa succede se si trova all’interno di un’area condominiale? Detto in altri termini, è permesso utilizzare il box come magazzino per una azienda o attività?

Proprio per la sua collocazione all’interno di un condominio è indispensabile un supplemento di attenzione alle normative in vigore. Non sorprende allora che la questione sia stato oggetto anche della pronuncia di giudici, chiamati a mettere ordine nelle diatribe che da una parte vedevano i condomini e dall’altra l’assemblea di condominio.

Box auto in condominio, si può usare come magazzino per azienda o no

La comodità della realizzazione di un box auto in condominio come magazzino per una azienda o attività si comprende facilmente in quanto il titolare avrebbe l’opportunità di avere la gestione a portata di mano. Nell’ambito delle disposizioni in vigore, questa operazione è possibile purché non sia espressamente vietata dal regolamento condominiale e a meno che non siano arrecati danni alle parti comuni del condominio.

A farla da padrone ovvero a decidere sulle modalità di utilizzo è l’assemblea di condominio. Più esattamente, le questioni deliberate necessitano della maggioranza dei partecipanti a cui aggiungere i due terzi del valore dell’edificio. Per fare un esempio concreto, per ottenere il via libera occorrono 667 millesimi su 1000 insieme alla maggioranza in numero dei condomini intervenuti.

Sulla vicenda si è espressa anche la Corte di Cassazione per cui il box può anche essere usato anche come deposito di materiale vario da parte del condomino, anche di tipo infiammabile come la legna o i liquori.

A cosa fare attenzione nella realizzazione di un magazzino

Attenzione ad alcuni aspetti spesso solitamente trascurati quando si usa un box in condominio come magazzino per una azienda o attività. I box non sono climatizzati e in base di dove si trova potrebbe essere troppo freddo o troppo caldo. Si tratta di una situazione che potrebbe danneggiare seriamente alcuni degli articoli.

Allo stesso tempo non è necessariamente un luogo sicuro. Non è infatti monitorato da telecamere a circuito chiuso 24 ore su 24 in quanto questi sistemi di sicurezza all’avanguardia non sono economici da installare. Anche in questo caso tutto dipende dal tuo box e dalle decisioni assunte dall’assemblea condominiale.

Uno dei vantaggi essenziali di un box da sfruttare come magazzino per una azienda o attività è la localizzazione potenzialmente strategica. Tuttavia, preparare il magazzino può essere costoso e richiedere molta preparazione. Migliorare l’ubicazione di un magazzino è una decisione importante che influenza un’azienda.

Inoltre, raggiungere un equilibrio tra una posizione e un eventuale prezzo di affitto equo. L’ubicazione di un magazzino contribuisce alla produttività dell’azienda. Così come il background generale del cliente. La maggior parte dei magazzini a contratto si trova in più sedi, consentendo di acquistare scorte indipendentemente dal punto in cui ci si trova. Un magazzino privato in un condominio è strategico per le aziende che vogliono conservare le loro merci.

All’interno di un box da utilizzare per la propria attività non tutti i tipi di scaffali sono un’ottima scelta. I ripiani in metallo sono più resistenti di quelli in plastica. Quest’ultima costerà molto meno di quelle in metallo. Ma sicuramente non sarà in grado di sopportare il carico come quelli di metallo. Se si sceglie la plastica occorre sostituirla più spesso, ogni due anni. Gli scaffali metallici offrono la qualità che si sta cercando, ma possono diventare piuttosto costosi, a seconda di ciò che si desidera. In tutti i casi, comprese le scelte da effettuare, a decidere è sempre il condominio.

Articolo precedenteNoleggio a lungo termine: i 10 modelli più scelti dagli italiani
Prossimo articoloAuto elettriche: i prezzi e gli sconti con i nuovi incentivi 2024