smart ready to park: trova il parcheggio in città

Fase sperimentale nella capitale. Approderà in futuro a Firenze, Genova e Milano.

smart ready to park

smart ready to park serve la mobilità urbana. Già attivo a Roma, permette di parcheggiare presso autorimesse convenzionate.

smart ready to park: basta l’app

Da car2go, alla scelta di convertire l’intera gamma completamente in elettrico entro il 2020, la regina delle citycar continua a guardare al futuro per conquistare un posto da protagonista nell’ecosistema delle smart city. Una nuova rivoluzione che parte ancora una volta da Roma e unisce i valori di smart a servizi per una mobilità sempre più intelligente.
Una volta scaricata l’app – da Google Play o Apple Store – sullo smartphone, inserita la targa della propria smart e indicati gli estremi della carta utilizzata per il pagamento, sarà possibile accedere ai servizi di ‘ready to park’, in modo semplice ed intuitivo. È sufficiente selezionare il parcheggio prescelto attraverso la mappa interattiva, effettuare la prenotazione e raggiungere l’autorimessa entro un’ora, senza alcun addebito extra. Per accedere al parcheggio basta attivare il Bluetooth e avvicinare il proprio smartphone alla sbarra.

smart ready to park: mira all’espansione

Successivamente, l’app permette di controllare il tempo di sosta, effettuare il pagamento tramite carta di credito o Paypal e aprire la sbarra in uscita. In un prossimo futuro, ‘ready to park’ integrerà anche la funzione ‘ready to charge’, aggiungendo alla facility di parcheggio anche qualla di ricarica. Per sviluppare rapidamente questi progetti di mobilità urbana, smart ha creato quattro smart Lab, in Italia, Germania, Stati Uniti e Cina. Gli smart Lab rappresentano i think tank del marchio e hanno il compito di intercettare nuovi trend di mobilità, offrendo soluzioni che andranno ad integrarsi nelle smart city di domani. Utili ad offrire un valido contributo nella realizzazione di un ecosistema di mobilità intelligente, semplice e sostenibile. Il progetto si estenderà alle città di Firenze, Genova e Milano. Integrato attraverso la funzionalità ‘ready to charge’, che renderà possibile scegliere e prenotare anche gli hub di ricarica.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 − dieci =