Free2Move: che cos’è e come funziona

Le sfide odierne della mobilità urbana

Le limitazioni della circolazione legate all’inquinamento, congestione cronica del traffico e difficoltà di parcheggio sovvertono le abitudini della mobilità. Tali fattori spingono inevitabilmente gli automobilisti a ripensare il modo di usare il proprio veicolo. Basandosi su queste constatazioni, nel 2016 Groupe PSA ha lanciato il suo nuovo marchio di mobilità: Free2Move. Esso si propone di facilitare e aumentare la libertà di movimento dei suoi Clienti, offrendo loro, dovunque si trovino e in qualunque momento, le soluzioni e i servizi migliori per spostarsi.

L’obiettivo

Il suo obiettivo? Diventare entro il 2030 il fornitore di servizi di mobilità di riferimento per chi possiede un veicolo. Finora Free2Move ha già conquistato circa 3 milioni di Clienti nel mondo con una vasta gamma di servizi di mobilità e un’applicazione che reca lo stesso nome.

Cosa offre

L’offerta di servizi di mobilità, operati direttamente o tramite partner, soddisfa già le esigenze di 1,8 milioni di Clienti nel mondo con: operatori di car-sharing urbani (Emov a Madrid e a Lisbona, Communauto, Bluely a Lione e Bluecub a Bordeaux); operatori di noleggio tra privati (TravelCar, Koolicar); Operatori di veicoli per il noleggio privato; veicoli con conducente (Uber, Clever Shuttle, AlloCab); o tramite la nostra rete di concessionari (Peugeot Rent, DS Rent e Citroën Rent&Smile).

I numeri di Free2Move

L’applicazione è presente in 33 città e in 12 paesi, tra cui gli Stati Uniti. Ha oggi più di 1,3 milioni di Clienti nel mondo con una flotta di oltre 65.000 veicoli. E’ solo una prima tappa perché Free2Move intende integrare in futuro le altre modalità di trasporto esistente (trasporti pubblici, taxi…). A Parigi, grazie ai suoi partner,  propone già più di 12.000 veicoli (automobili, scooter, biciclette) tra cui 1.500 veicoli a noleggio tra privati. Questi veicoli saranno completati, a partire dall’autunno, da 500 vetture al 100% elettriche di Groupe PSA (Citroen C-Zero e Peugeot iOn) disponibili in car-sharing, che usufruiranno del parcheggio gratuito in tutta la città di Parigi. La App Free2Move aggregherà anche le vetture degli altri costruttori del settore. Il suo sviluppo all’estero continuerà ampliando il suo servizio di car-sharing negli Stati Uniti e introducendone uno in Cina.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 − quattro =