Auto aziendali usate: sono davvero convenienti? Guida alla scelta

Non mancano le soluzioni per chi desidera fornire una flotta ai propri dipendenti, ma con un occhio al risparmio

auto aziendali usate

E’ in crescita il numero di imprese che forniscono auto aziendali ai propri dipendenti da utilizzare per gli spostamenti di lavoro. Molti puntano sull’usato per ridurre le spese, ma esistono anche altre soluzioni alternative.

Auto aziendali usate: perché scegliere questa soluzione

Dotare i propri dipendenti di una flotta di auto aziendali dimostra l’attenzione di un’impresa di dare a chi presta servizio tutto il necessario per svolgere al meglio il proprio lavoro. La soluzione rappresenta l’ideale soprattutto per gli agenti di commercio, che trascorrono gran parte della giornata in visita dai clienti. Per un imprenditore questo comporta però spesso un investimento non da poco e ogni dettaglio economico deve quindi essere curato con attenzione.

Propendere per una serie di vetture usate può quindi rappresentare un compromesso più che ragionevole. La spesa da sostenere è quindi certamente minore rispetto a quella richiesta per l’acquisto di auto da poco immatricolate. Non si tratta però dell’unico vantaggio: i modelli usati intestati all’azienda possono infatti essere utilizzati anche per gli spostamenti privati.

Fare l’affare in questi casi non è poi così difficile. E’ possibile infatti rivolgersi a portali specializzati dove è facile ritrovare offerte da cogliere al volo. A trarne giovamento è l’impresa stessa, che può godere di maggiori benefici a livello fiscale.

Auto aziendali usate: meglio il noleggio?

Se anche l’acquisto di una serie di auto usate può essere considerata troppo impegnativa è possibile propendere per il noleggio. In questo caso sono disponibili numerose “offerte tutto incluso“, ideali per chi vuole stare senza pensieri. La cifra mensile che viene pagata alla società di leasing comprende infatti spesso anche bollo e assicurazione.

Questa soluzione racchiude inoltre in sè un altro importante vantaggio: non c’è il rischio di andare incontro ad alcun processo di svalutazione del mezzo. La maggior parte dei contratti che vengono proposti comprendono proprio la possibilità di sostituire il veicolo dopo un periodo predeterminato o dopo un certo numero di chilometri percorsi.

Auto aziendali usate: quando pensare al leasing

L’ultima alternativa da prendere in considerazione per chi desidera evitare di acquistare le auto aziendali è il leasing. Anche in questo caso il finanziamento prevede una cifra mensile fissa predeterminata da versare, ma non si tratta di una “spesa a perdere”. Alla conclusione del periodo il cliente può infatti riscattare le vetture e farle diventare di sua proprietà.

La soluzione è la più diffusa non solo da parte delle imprese, ma anche dai liberi professionisti. Il bene resta di proprietà della società locatrice fino al momento del riscatto, ma l’intestatario del contratto detrarre tutti i costi sostenuti per il mantenimento e l’utilizzo secondo delle aliquote stabilite. Questa mancanza di possesso ne garantisce, come nel caso del noleggio, l’impignorabilità. La durata del contratto ideale è da 48 mesi a salire.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + tre =