App per chi viaggia: il poker d’assi è servito

Stufi del duopolio Microsoft-Google? Puntate su Sygic: si serve delle cartografie Tom Tom.

App per chi viaggia

Le app per chi viaggia escono con nuove funzioni quasi all’ordine del giorno. Vi diamo qualche consiglio su quali scaricare.

App per chi viaggia: scommessa Microsoft

Vari i programmi installabili sugli smartphone, ciascuno con caratteristiche uniche e in costante aggiornamento. A scendere in piazza giganti dell’informatica, a cominciare da Microsoft, astuta a intuire il potenziale e puntare su Here, software realizzato per il Nokia e diffuso poi nelle versioni iOs e Android. Idea in grado di raggiungere e ammaliare numerosi utenti, soddisfatti come qualità ed esentati da spese. Fattore distintivo la possibilità di scaricare mappe appartenenti a vari paesi, consultabili pure offline. Per sfruttarne le capacità è sufficiente attivare un account, utile a salvare le ricerche condotte e prendervi nota attraverso il pc.

App per chi viaggia: la contromossa di Google

Google stessa allarga i propri orizzonti con Waze, acquistata quattro anni fa. Gli itinerari realizzati memorizzano le informazioni diffuse dagli stessi utenti. Solo così è possibile infatti tenere sotto costante monitoraggio le strade e seguire percorsi alternativi nel caso di code e ingorghi. Concetto che vale pure per Autovelox e pattuglie di polizia, da evitare grazie a un passaparola supportato pure dai cervelli di Mountain View, convinti a inserire il programma fra i pre-installati sul circuito Android.

App per chi viaggia: concorrenti agguerrite

Un’altra opzione intrigante quella offerta dagli sviluppatori di CoPilot GPS, abili a creare un sistema bello nel design, comprensivo del percorso a piedi e dove gli itinerari sono salvati sul telefonino senza alcuna connessione in rete. Disporre del pacchetto completo richiede l’acquisto della versione premium. Per i primi 7 giorni dopo l’installazione è concesso un test drive della licenza Premium + Traffic per Sygic, basato sulla cartografia Tom Tom. Trascorso il periodo di prova due opzioni: continuare a fruire delle funzioni base o effettuare l’upgrade alla licenza vitalizia Premium.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 2 =