Singer DLS: la Porsche 911 tra storia e lusso

Costruita a partire dall'iconica 964, vale milioni

Singer DLS

Le prime anticipazioni risalgono allo scorso inverno, quando Singer diramò ufficialmente dei bozzetti ritraenti la Porsche 911 modello 964. Alleggerita, potenziata e affinata. Un processo naturale, visto e considerato che il veicolo originale fu prodotto a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta. Ebbene, trascorsi (parecchi) mesi prende forma la versione definitiva. Ora capiamo perché: per costruire la Singer DLS, sua elaborazione finora più estrema, ci si è rivolti al reparto ingegneri del team Williams F1 e ad Hans Mezger. Proprio colui che a metà anni Novanta si mise all’opera, con successo, su decine di motori per Porsche stradali e corsaiole.

Singer DLS: classica e moderna

Il prezzo è pari a 1,8 milioni di dollari, più il costo dell’auto su cui effettuare il restmod. Quotazione in fondo comprensibile: basta gettare lo sguardo sulla carrozzeria retrò in fibra di carbonio. Lo stesso materiale con cui sono state realizzate alcune parti degli interni, rivestiti con pellami pregiati. E dotati di una struttura rinforzata dietro i sedili anteriori. I sedili sono stati realizzati su misura dalla Recaro, mentre a Mamo è stato commissionato il volante. A livello di dotazione tecnologica, spicca il quadro strumenti specifico, con una spia che avvisa quando cambiare marcia.

Motore maggiorato

Tra i partner figura pure la Williams, dicevamo. Un’intesa non fine a sé stessa. Arrivano direttamente dai paddock gli iniettori benzina. Il motore 3.6 della 964, raffreddato ad aria, è passato a 4.0 litri e dispone di un nuovo sistema lubrificante: sviluppa 500 Cv, trasmessi alle ruote posteriori mediante un cambio manuale a sei marce. Grazie anche alle valvole in titanio raggiunge i 9.000 giri/minuto. Sulla Singer DLS c’è inoltre posto per dischi freno in materiale composito, cerchi da 18” in magnesio, sospensioni alleggerite (a quadrilatero davanti, McPherson dietro) e molle specifiche. Infine, l’elettronica, di competenza Bosch, che si è adoperata utilizzando sistemi anti-bloccaggio dei freni, il controllo di trazione e il controllo di stabilità, ognuno disattivabile selezionando la modalità di guida più estrema.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + dodici =