Lancia Ypsilon 2024, come si rinnova l’utilitaria cittadina

È costruita sulla piattaforma CMP come Jeep Avenge e Peugeot 208 e ha lo stesso powertrain elettrico da 115 kW

Lancia Ypsilon 2024

Il nome rimane l’unico legame con il passato: la nuova Ypsilon rappresenta il primo modello completamente nuovo introdotto da Lancia nel decennio attuale. Si tratta di un’utilitaria compatta concepita per l’ambiente urbano, caratterizzata da un design affascinante che promette di suscitare grande interesse. Questa vettura si distingue non solo per le sue forme suggestive, ma anche per la sua natura completamente elettrica.

In un periodo in cui la fusione tra FCA e PSA ha dato vita a Stellantis, si era paventata la possibilità che il marchio Lancia potesse scomparire, essendo percepito come sovrapposto ad altri marchi premium del gruppo, come DS. Ma il CEO Tavares aveva un diverso piano in mente. Ha incaricato Luca Napolitano, il responsabile del marchio torinese, di sviluppare un piano per rilanciare il marchio Lancia, rendendolo credibile e rispettato nel mercato europeo delle auto premium.

Ecco il restyling di Lancia Ypsilon 2024

Dopo tre anni di lavoro, ecco il primo risultato tangibile di questo nuovo corso: la Ypsilon, che sarà seguita da altri modelli che recupereranno nomi leggendari del passato, a cominciare dalla Delta. Fedele alla tradizione Lancia, la nuova Ypsilon adotta un nome ispirato alle lettere greche e rappresenta la quinta generazione di questo modello, considerando anche la prima Y10 del 1985.

Rispetto al modello precedente del 2011, che è stata per dodici anni l’auto più venduta nel segmento B in Italia, questa nuova Ypsilon è significativamente più grande, con dimensioni aumentate di oltre 20 centimetri e una personalità ancora più distintiva. Costruita sulla piattaforma CMP e condividendo il powertrain elettrico con altri modelli del Gruppo Stellantis, come la Peugeot 208 e la Jeep Avenger, c’era il rischio che la Ypsilon sembrasse un clone delle “cugine”. I designer Lancia sono riusciti a creare un’auto urbana autenticamente originale, con una forte identità distintiva.

Abbandonando le forme tonde della vecchia Ypsilon, il nuovo design è caratterizzato da linee moderne, sinuose e dinamiche a due volumi. Sebbene non sia un suv come la Jeep Avenger, né una classica utilitaria come la Peugeot 208, la Ypsilon presenta un look inedito, arricchito da numerosi elementi stilistici che richiamano le gloriose Lancia del passato, reinterpretati in chiave contemporanea.

Ad esempio, il design della calandra riprende il simbolo stilizzato del “calice” della vecchia Delta degli anni ’80, mentre la parte posteriore si ispira alla leggendaria Stratos degli anni ’70, con l’inserimento di fari tondi a Led e uno spoiler nero che conferisce un carattere deciso alla coda dell’auto. Anche le due maniglie posteriori annegate nel montante, introdotte da Alfa Romeo sulla 156 nel 1997, testimoniano l’attenzione per i dettagli e il richiamo alla storia del Gruppo Stellantis.

Interni, tecnologia e prezzi della Lancia Ypsilon 2024

Dal punto di vista degli interni, la collaborazione con Cassina, leader nel design di arredamento in Italia, ha portato ad una cura particolare dei dettagli. I sedili e gli interni della Ypsilon sono stati progettati insieme a Cassina per garantire una qualità paragonabile ai divani e ai mobili dell’azienda. La versione in edizione limitata “Edizione Limitata Cassina” offre un’elegante tappezzeria in velluto blu, richiamando lo stile degli interni delle Lancia degli anni ’60. Tra le opzioni esclusive suggerite da Cassina, c’è un tavolinetto centrale rotondo che funge sia da ricarica wireless del telefono che da portaoggetti.

L’infotainment è all’avanguardia, con un display centrale da 10,25 pollici e un sistema multimediale chiamato S.A.L.A. (Sound, Air, Light Atmosphere) controllabile sia tramite touch screen che tramite comandi vocali, con luci LED che si accendono per evidenziare i comandi impartiti. La dotazione di assistenza alla guida di secondo livello, insieme ad altre tecnologie avanzate, completa il pacchetto tecnologico della Ypsilon.

Dal punto di vista meccanico, la Ypsilon adotta lo stesso powertrain elettrico della Jeep Avenger e della Peugeot 208, con un motore anteriore da 115 kW (156 CV) e una batteria agli ioni di litio da 51 kWh, garantendo un’autonomia dichiarata di circa 400 km nel ciclo WLTP. Il prezzo allettante della versione “Edizione Limitata Cassina” si attesterà sotto i 40.000 euro, mentre sarà disponibile anche un’opzione benzina mild hybrid da 1.2 litri a tre cilindri, con un prezzo stimato intorno ai 25-26.000 euro.

Articolo precedenteDistanza di sicurezza: quali sono le multe e come si stabiliscono
Prossimo articoloCES 2024: le novità che cambieranno il futuro dell’auto