Fondato il secolo scorso, l’Ovale Blu è uno dei tanti testamenti lasciati da Henry Ford, ricordato pure per la catena di montaggio. A voi la storia Ford.

ED È SUBITO SUCCESSO

Il 16 giugno 1903 viene costituita la compagnia. Pima auto la Model A, dotata di un motore due cilindri 1.7 e realizzata in 1.700 esemplari. La svolta con la Model T, di cui ne finiranno prodotti circa 15 milioni di esemplari dal 1908 al 1927. Undici anni dopo la metà di tutte le auto degli Stati Uniti porteranno la sua firma. Superata la Grande Depressione e le Guerre Mondiali, il 1962 lancia la prima generazione della Ford Cortina, che dominerà il segmento “famiglia” in Europa nei successivi 20 anni.

FORD MUSTANG

La Ford Mustang del 1964 crea il genere delle “pony car”, che manda in visibilio i giovani “yankee”. Svelata al mondo durante lo stesso anno la supercar GT40, capace di aggiudicarsi quattro edizioni consecutive della 24 Ore di Le Mans dal 1966 al 1969. La presentazione della piccola Fiesta avviene nel 1976, una vettura che impiega pochissimo tempo a sedurre i guidatori del Vecchio Continente. Trascorso un triennio ed il primo titolo mondiale rally grazie alla Escort col pilota svedese Björn Waldegård.

QUALITA’ E PROFITTO

Altra annata da evidenziare il 1981, quando la Escort diventa la prima Ford ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento di Auto dell’Anno. Pochi anni e vengono accorpate nel gruppo sia l’Aston Martin sia la Jaguar. Nel 1999 entra la Volvo, l’anno dopo la Land Rover. Brand che saranno venduti con la recente crisi finanziaria. Con Democratizing Technology, Ford Motor Company compie infine una vera e propria rivoluzione nell’universo delle quattro ruote. Grazie a un’unica strategia a livello mondiale e alla condivisione di piattaforme comuni su scala globale, oggi è in grado di proporre veicoli adatti a ogni Paese, offrendo dotazioni tecnologiche altamente innovative di categoria superiore. Apre il lancio su scala internazionale la Ford Focus, che consente alla Casa di vincere due titoli Costruttori WRC.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 1 =