Aston Martin Cygnet V8: sportiva con misure da minicar

Per un super-appassionato vede la luce esce questo esemplare unico

Aston Martin Cygnet V8

Che peperino, Aston Martin Cygnet V8 2018. La one-off – realizzata per un cliente dal reparto Q – installa sul posteriore lo stesso motore 4.7 V8 aspirato della Vantage S, con 436 Cv e 490 Nm. Una microscopica sportiva – lunga appena 3,70 metri – che raggiunge una velocità massima di 274 km/h e impiega soli 4,2 secondi per scattare da 0 a 100 km/h. Della serie: piccola sì, ma meglio non farla arrabbiare…

Aston Martin Cygnet V8: perfetto equilibrio

Mettersi al volante di un tale “cavallo pazzo” dovrebbe, teoricamente, essere impegnativo. Con somma maestria, i tecnici hanno però distribuito al 50/50 le masse fra le ruote anteriori e posteriori e montato dischi freno da 38 cm davanti e 33 cm dietro. I freni e l’ABS provengono direttamente dalla Vantage, così come l’impianto di raffreddamento e il sistema elettrico. Rispetto alla Cygnet di base, prodotta dal 2011 al 2013 in 300 esemplari, la Aston Martin Cygnet V8, rinforzata a livello di telaio e trasmissione con albero e tunnel, aggiunge sedili a guscio Recaro e la plancia in fibra di carbonio. Ciononostante, il peso sale a 1.375 kg, contro i 1.000 della donatrice. Nuove anche le sospensioni a doppi quadrilateri sulle quattro ruote, i passaruota allargati in fibra di carbonio e i cerchi in lega a cinque razze da 19 pollici con pneumatici Bridgestone 235/40 19” davanti e 275/35 19” dietro. Il serbatoio della benzina, collocato dietro ai sedili, occupa interamente lo spazio concessogli, nonostante contenga, al massimo, 30 litri. In abbinamento al propulsore, lo stesso cambio automatico Sportshift II a 7 marce della Vantage.

Tinta verde

Il colore verde Buckinghamshire Green denota eleganza, mentre le griglie di raffreddamento sono ridotte al minimo, per non surriscaldare motore e freni. All’interno, il volante rivestito in Alcantara può essere smontato, linguette in tessuto per tagliare i pesi sostituiscono le maniglie apriporta e, per spegnere i bollenti spiriti, c’è pure per un estintore.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 4 =