Volkswagen Lupo: così concreta da venire ignorata

Il look modesto, e un prezzo alto, ne compromettono fama e successo

Volkswagen Lupo

Studi sodo a casa. Ti senti preparato in vista dell’esame. E il verdetto è… una sonora bocciatura. Uno schiaffo che si prende da studenti. Un’esperienza che Volkswagen Lupo ha vissuto sulla propria pelle. Il nome, italiano, traeva origine da Wolfsburg, dove VW storicamente risiede. Wolf, per chi non masticasse l’inglese, significa, appunto, lupo. Ad accomunarle l’ossessione famelica, per il successo commerciale in tal caso. Premesse che andarono a sbattere contro una dura (e amara) realtà.

Volkswagen Lupo: una botte di ferro

È il 1998 e nella gamma del colosso tedesco c’è posto per una citycar, estremamente compatta: 3,53 metri di lunghezza, 1,64 di larghezza per 1,46 di altezza. Costruita sullo stesso pianale della Seat Arosa, le tre porte risultano limitanti. Stesso discorso per il volume di carico, che, da 130 litri, sale a 830 abbassando gli schienali posteriori. Malgrado, dal lato costruttivo, conosca il fatto suo. Ed infatti, nonostante le dimensioni, riceve ottimi giudizi sul lato protezione. EuroNCAP, ‘bibbia’ in materia, attribuisce 4 stelle nel 2000: eccellente il giudizio assegnato alla protezione lato guidatore e passeggero anteriore, in caso di urto laterale.

Preferisce restare sobria

La Lupo ‘beve’ poco: alla 1.2 TDI bastano 3,0 litri per percorrere 100 km nel combinato. Un turbodiesel 3 cilindri da 61 cavalli che vale, infatti, alla versione il nome Lupo 3L. Economia d’esercizio che comporta qualche rinuncia nelle performance: scatta da 0 a 100 km/h in 14,7 secondi, la velocità massima è di 165 km/h. Per completezza d’informazione, i consumi sono pari a 3,6 litri/100 km in città e 2,7 litri/100 in extraurbano. Possiede uno spunto interessante la GTI: mossa da un 1.6 da 125 Cv, copre lo 0-100 in 8,3 secondi e si spinge fino ai 206 km/h. Nel ciclo settennale (‘chiude bottega’ nel 2005) non riesce ad imporsi. Porta con sé il fardello di un prezzo piuttosto elevati. Giustificato nella qualità espressa, non a detta però del grande pubblico…

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sei − quattro =