RC Auto, ecco tutto quello che c’è da sapere

Risarcimento RC Auto

L’RC Auto è sulla bocca di tutti. Ecco nel dettaglio che cos’è e tutto quello che dovrebbe sapere ogni automobilista.

Che cos’è l’RC Auto

La responsabilità civile autoveicoli (RCA o RC Auto) nell’ordinamento giuridico italiano si riferisce alla responsabilità giuridica per i rischi derivanti dagli eventuali danni cagionati a persone o cose, a causa della circolazione di autoveicoli su strada. Per questo è quindi obbligatorio garantirsi presso una compagnia di assicurazioni autorizzata. Questa, a sua volta, ha obbligo a contrarre pagamento con tutti i possessori di veicoli a motore in circolazione nel territorio italiano. Tutto questo al fine di risarcire eventuali danni cagionati a terzi. La durata contrattuale è annuale o, su richiesta dell’assicurato, di anno più frazione.

Il meccanismo bonus-malus

Le polizze RC auto in Europa sono spesso associate al meccanismo del bonus-malus. In alternativa esistono le assicurazioni RC auto con franchigia. In questo caso si tratta di contratti indipendenti dalla classe di merito. Esse prevedono infatti una franchigia di compartecipazione dell’assicurato al risarcimento del danno.

Le suddivisioni

Il mercato viene segmentato per area geografica, età, anni di conseguimento della patente, tipo di veicolo assicurato, in base all’entità e frequenza degli incidenti. In particolare quest’ultimo parametro, che è solo uno degli indicatori che portano alla determinazione del premio, viene espresso secondo una scala costituita da varie posizioni. Tali posizioni possono essere perse o guadagnate dall’assicurato in base al numero dei sinistri. Tale posizione viene detta “classe di merito” ed evolve, in meglio o in peggio, ad ogni scadenza annuale. Il documento che certifica la classe di merito è detto attestato di rischio.

Comparazioni online

Oggi è possibile confrontare direttamente online importi e garanzie delle singole compagnie. In particolare l’importantissima rinuncia alla rivalsa, con i Comparatori di assicurazioni. La rivalsa può essere esercitata ad esempio in caso di guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, trasporto non conforme al codice della strada e alle indicazioni di utilizzo dell’automezzo, modifiche a parti omologate del veicolo e revisione del veicolo scaduta.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − sette =