Volvo XC90: con il nuovo modello cambiano le denominazioni delle vetture

Volvo XC90, l'erede avrà il nome di Embla

Una registrazione fatta dall’ufficio legale della Volvo Car Corporation all’European Union Intellectual Property Office (Euipo) che ha sede ad Alicante, in Spagna, confermerebbe le voci che circolano da tempo.

Con il debutto del nuovo Suv che andrà a sostituire da quest’anno il modello XC90, la casa automobilistica svedese interromperà la tradizione di dare sigle alfanumeriche alle proprie auto passando a nomi. La registrazione del trademark indica al riguardo la denominazione Embla, una parola utilizzata in Svezia e nei Paesi del Nord Europa e che si riferisce – nella mitologia – ai due primi esseri umani, appunto la donna Embla e il suo compagno Ask.

Volvo XC90, l’erede avrà un nome mitico: Embla

Un cambiamento che era stato anticipato durante la presentazione del concept Recharge dal Ceo, ora uscente, Hakan Samuelsson. La nuova Volvo Embla, rivale della Land Rover Discovery, utilizzerà la piattaforma SPA2 (che è scalabile per auto di dimensioni comprese tra le attuali S60 e XC90) che consentirà di debuttare con il Suv più grande del marchio svedese già in variante 100% elettrica.

Parlando del nuovo Suv di grandi dimensioni, proprio Samuelsson aveva dichiarato già nel 2020 che questa vettura sarebbe stata “completamente elettrica e costruita negli Stati Uniti, in Carolina del Sud” riferendosi allo stabilimento di Ridgeville che opera dal 2015 con una capacità di 150.000 unità all’anno.

Come saranno Volvo XC90 e Volvo Embla

Volvo XC90 e Volvo Embla si preparano quindi a essere commercializzate in parallelo, nei prossimi mesi. E per sottolineare la sua determinazione a elettrificare la sua gamma, l’azienda potrebbe abbandonare i blocchi di benzina e diesel a favore di un’offerta ibrida plug-in più ampia sul primogenito della fascia. In termini di stile, la XC90 dovrebbe evolversi più che durante il suo discreto restyling, avvenuto nel 2019.

L’ottica sarà probabilmente affinata attorno a una griglia trapezoidale, mentre lo scudo mostrerà più forma. Ma è soprattutto la dashboard che potrebbe modernizzarne il design e aggiornare il suo bagaglio multimediale.

Lanciata nel 2023, quasi contemporaneamente al suv Embla 100% elettrico, la nuova Volvo XC90 dovrebbe cogliere l’occasione per rivedere i propri prezzi al rialzo, soprattutto se intende rendersi disponibile esclusivamente come ibrida plug-in.

Articolo precedenteAuto elettriche, nuove formule per la ricarica
Prossimo articoloRenault Austral vs Aston Martin DBX707: a caccia di suv alternativi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here