Nuove auto sportive in arrivo, restyling e ritorni al passato

Audi A6

Molte novità nel segmento delle auto sportive. Tra restyling e ricordi un glorioso passato, le nuove auto sportive in arrivo. Con un ritorno all’attività agonistica, in alcuni casi. Ve ne presentiamo, tra le indiscrezioni, le più interessanti.

Tra conferme e novità, la nuova Jaguar XJ sarà elettrica

Conferma, tra le nuove auto sportive in arrivo, per la sportiva Jaguar F-Type. Nonostante le vendite poco entusiasmanti. Consistente calo delle vendite rispetto al 2016. E ulteriore distacco rispetto alla rivale Mercedes C. Nonostante ciò, rappresenta l’anima della casa inglese. Impossibile rinunciarvi. Si pensa alla riscossa con la novità in arrivo dal 2019, la berlina di lusso Jaguar XJ. Parte meccanica derivata sa I-Pace e motore solo elettrico. Per esprimere al meglio le doti di dinamismo e sportività.

Tecnologie evolute per la quarta generazione di Audi A6

Presentata allo scorso Salone di Ginevra, la piccola ammiraglia presenta una linea inconfondibilmente Audi. La nuova Audi A6 2018 è un mix tra Audi A7 e Audi A8. Frontale aggressivo, fiancate scolpite, enorme mascherina anteriore. Poco più lunga della versione precedente. E la tecnologia a farla da padrona. Trazione anteriore o integrale e motore longitudinale per motorizzazioni benzina e diesel di 2.0, 3.0 e 4.0 litri. A richiesta dovrebbe esserci il pilota semi-automatico di livello 3 visto sulla Audi A8, che in alcuni frangenti è in grado di controllare l’auto senza che il guidatore debba impugnare il volante. Solo nei paesi dove la legislazione lo consente. Fino a 60 km/h e quando le corsie di marcia sono separate da una barriera.

BMW i8, restyling di metà carriera

Tra le nuove auto auto sportive in  arrivo, merita attenzione la sportiva a motore ibrido BMW i8 soggetta al restyling di metà carriera. A tre anni dal debutto, alla versione normale si affianca la nuova versione i8 Roadster. Priva del tetto, presenta una capote in tela ripiegabile, azionabile fino alla velocità di 50km. Ridisegnata la zona posteriore dell’auto, dove non c’è più il grande vetro della Coupé, Dietro i sedili sono presenti due gobbe. Tra queste un piccolo frangivento, per eliminare i vortici d’aria quando si guida a tetto aperto. Omologata per due posti, quelli posteriori sono stati sostituti da due vani portaoggetti. Per migliorare la capacità del baule anteriore. Qualche ritocco all’esterno della vettura. Raffinato telaio monoscocca in fibra di carbonio della i8 Coupé, irrigidito in alcuni zone per compensare la mancanza del tetto. Ci sono portiere specifiche, nuovi rinforzi e una cornice del parabrezza dedicata. Oltre a nuovi cerchi in lega allegeriti di 20 pollici, i fari anteriori a led modificati, nuova apertura sul cofano posteriore. A completare, due nuove colorazioni ed il logo BMW sul montante posteriore che si fa notare.  All’interno, nuovo schermo touch nel cruscotto. La motorizzazione della Bmw i8 prevede sistema ibrido dalla potenza di 374CV. Tre cilindri 1,5 turbo abbinato a motore elettrico. Prestazioni in linea con il vecchio modello per Bmw i8 Coupè. Da 0-100 km/h in 4,4 secondi. A cambiare sono le batterie e l’unità elettrica con percorrenze assicurate fino a 55 km in modalità di guida a zero emissioni.

Alfa Romeo Giulia Coupé, in ricordo del passato

Secondo alcune indiscrezioni d’oltreoceano, a partire dalla seconda metà del 2018, è in arrivo la nuova Alfa Romeo Giulia Coupé. Carrozzeria filante e motori ibridi per la variante della berlina Alfa Romeo Giulia destinata a sfidare le concorrenti Audi, BMW e Mercedes. Le motorizzazioni previste, un 4 cilindri 2.0 da 280 CV e un 2.9 V6 da 510 CV della Quadrifoglio. Grazie al motore elettrico, la potenza complessiva del 2.0 passa a circa 350 CV mentre il 2.9 a circa 650 CV. Possibile la presenza del motore diesel 2.2 nella gamma. Affascinanti richiami storici per la Giulia Coupè: si chiamerà probabilmente Giulia Sprint. In ricordo delle mitiche due porte di Giulia, Giulietta e Alfasud.

Alpine A110, emozioni di guida in stile Renault

Da menzionare, tra le nuove auto sportive in arrivo, la Renault Alpine A110. Piccola (è lunga appena 418 cm) e dalle linee morbide e muscolosa, la nuova coupé di casa Renault si presenta nella duplice versione. La versione Pure, come pure le emozioni di guida. Versione Legende, per un maggior comfort. Nella prima, cerchi di 17 pollici (a richiesta di 18”), sedili sportivi Sabelt (gli stessi della Première Edition), rivestimenti in pelle e microfibra, dettagli in carbonio. Nella seconda, poltrone regolabili anche in altezza, interni in pelle (nera o marrone), navigatore e un impianto audio Focal ad alte prestazioni.per la Legende. Entrambe ispirate alla storica antenata che correva nei rally, hanno prestazioni da sportive di razza. Cambio a sette marce robotizzato, motore a quattro cilindri 1.8 turbo a benzina, passaggio da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e 250 km/h di velocità di punta. Struttura e pannelli della carrozzeria sono in alluminio, per rendere leggera la vettura che pesa solo 1080 kg. La vera novità è la Alpine A110 GT4, la versione per le gare. Messa a punto da Signatech, partner della Alpine nelle competizioni. Ne prepara le vetture del mondiale Endurance ed ha sviluppato la A110 Cup per il campionato monomarca. La versione da gara dovrà vedersela, a partire dalla seconda metà del 2018, con rivali di altre marche nei vari campionati di categoria GT4. Non è escluso un ritorno ai rally, che tante soddisfazioni hanno regalato alla casa francese.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette + dodici =