Land Rover Discovery Sport 2020, tutte le novità del fuoristrada

Arriverà una versione ibrida plug-in

A prima vista potrebbe sembrare che Discovery Sport abbia ricevuto solo un semplice aggiornamento, ma in realtà le apparenze ingannano perché questa è un’auto completamente nuova. Con la seconda generazione della Range Rover Evoque, il marchio britannico ha seguito una linea di continuità dal punto di vista estetico, con sottili differenze anche se facilmente riconoscibili a prima vista. E questa è stata anche la strategia con la Land Rover Discovery Sport 2019, che mantiene proporzioni molto simili a quelle del suo predecessore, anche se poi è leggermente più lunga e più alta, ma porta con sé una serie di novità sostanziali.

Land Rover Discovery Sport 2020 anche in versione ibrida plug-in

Land Rover Discovery Sport 2020 utilizza la piattaforma PTA, la stessa di Evoque, che è più rigida del 13% rispetto a quella della versione precedente ed è adattata per ospitare un sistema di microibridazione. Versione di accesso a parte (2.0 diesel da 150 CV con cambio manuale), l’intera gamma beneficia dei suoi vantaggi, tra cui l’etichetta ECO. Discovery Sport comprende due opzioni benzina, con 200 e 250 CV, e tre diesel, con 150, 180 e 240 CV.

Tutti si basano sul 2.0 della famiglia Ingenium e sono associati a una trasmissione automatica a nove velocità e a quattro ruote motrici. I 150 CV possono essere affiancati alla trazione anteriore. Nel 2020 arriverà una versione ibrida plug-in che avrà un’elica a tre cilindri, collegata a una elettrica e una batteria agli ioni di litio.

Land Rover Discovery Sport 2020 condivide alcuni elementi con Evoque, come il volante o il selettore del cambio, mentre il resto del cruscotto è nuovo. La console centrale combina i controlli touch con pulsanti fisici e controlli rotativi. Il selettore che regola la temperatura del passeggero anteriore serve anche a switchare tra le modalità di guida di Terrain Response.

La vivibilità rimane uno dei punti di forza di Discovery Sport, soprattutto per quanto riguarda lo spazio per le gambe della seconda fila. La larghezza in questi punti è sufficiente per tre adulti sebbene il sedile centrale sia più scomodo di quelli laterali. La terza fila opzionale consente una posizione abbastanza comoda rispetto ai modelli della concorrenza.

Comode dotazioni tecnologiche

Discovery Sport 2020 può incorporare vari elementi tecnologici pensati per migliorare l’esperienza di guida del fuoristrada. Uno di questi è ClearSight Ground View che consente di visualizzare sullo schermo centrale cosa succede sotto le ruote anteriori se si guida al di sotto di 30 chilometri orari. Utilizza tre telecamere – una sul parabrezza e le altre su ciascuno degli specchietti – e permette di vedere per circa 8,5 metri davanti alla macchina e 15 metri di larghezza.

La telecamera sul tetto cattura ciò che sta accadendo dietro l’auto e la proietta nello specchio centrale. È molto pratico se tre occupanti siedano sui sedili posteriori che impediscono la visione attraverso il finestrino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + cinque =