Nuova, grande sfida per il mondo delle quattro ruote è la guida autonoma. Presentata a Los Angeles la Hyundai Ioniq, prototipo sviluppato con tre tipologie di alimentazione (ibrida, ibrida plug-in ed elettrica).

LIDAR

A dispetto di altri concept, la Casa coreana ha integrato le tecnologie necessarie senza stravolgerne l’estetica. Poca invasività di dispositivi di diversa natura sugli esterni. Frutto del sistema tecnologia LiDAR installato nel frontale della vettura e non sul tetto. Minimi gli accorgimenti nel design sul paraurti anteriore, poco ritoccati gli stessi interni. L’abitacolo rispetto alla IONIQ aggiunge soltanto alcuni display, compresi i due schermi integrati sui sedili anteriori a disposizione di chi viaggia seduto dietro.

RADAR FRONTALE

Sotto il profilo tecnico gli ingegneri Hyundai hanno integrato il sistema LiDar con il radar dello Smart Cruise Control e le telecamere del Lane Keep Assist. Dispositivi avanzati che non costano poi così tanto. Costi ottimizzati col “pacchetto tecnologico” economicamente più accessibile e dunque implementabile su diversi modelli. Armamentario tecnologico installato sulla IONIQ Autonomous Concept permette alla vettura di rilevare con precisione la posizione di veicoli e oggetti intorno a sé con il radar frontale, che si occupa di regolare velocità e distanza. I pedoni e l’intera segnaletica stradale vengono identificate grazie a tre telecamere. Il tutto è integrato a mappe Hyundai MnSoft e al sistema GPS.

5 STELLE EURO NCAP

Dopo l’esposizione statica di Los Angeles, la IONIQ Autonomous Concept scenderà sulle strade pubbliche americane per dei test che verranno svolti in occasione del prossimo CES di Las Vegas, in programma dal 5 all’8 gennaio 2017. Nel frattempo altri esemplari del prototipo stanno portando avanti la fase di collaudo a Namyang, nel centro coreano di Hyundai. Intanto alla Ioniq sono state assegnate le cinque stelle Euro NCAP. 91% il punteggio per la protezione degli occupanti, l’80% per i bambini, il 70% per la protezione pedoni e l’82% per lavalutazione dei sistemi di sicurezza attiva.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + 5 =