Auto elettriche saranno più rumorose in Italia e in Europa, da quando e perché

Quale suono deve essere generato?

In fondo è anche una questione di abitudine perché chi va in bicicletta o si muove a piedi è abituato ad ascoltare i rumori della strada, tra cui – sopratutto – quelli generati da un’auto che sfreccia alle spalle a tutta velocità. Il problema è che molti veicoli elettrici, così come gli ibridi, si muovono silenziosamente, non dando ai ciclisti, ai pedoni e ai non vedenti alcun avviso della loro presenza. Si riesce a sentire solo il rumore generato dal rotolamento delle ruote, che finisce però per annullarsi per via dei rumori nell’ambiente.

Auto elettriche rumorose, cosa cambia

Al fine di rendere le sue strade più sicure poiché le vendite di veicoli elettrici continuano ad aumentare, l’Unione europea chiede che i nuovi modelli di veicoli elettrici debbano emettere rumore a velocità di fino a 20 chilometri orari con i modelli di auto attualmente in produzione non dovranno essere allineati fino al 2021. Gli Stati Uniti hanno una legge simile che entrerà in vigore nel 2020.

La legge dell’Unione europea sul sistema di allarme per veicoli acustici stabilisce che le auto elettriche dovranno emettere un suono di almeno 56 decibel che sale e scende a seconda che il veicolo stia accelerando o decelerando.

Anche se 56 decibel non sono particolarmente rumorosi – c’è chi paragona il livello a quello di un condizionatore d’aria o di un frigorifero considerano un normale motore a combustione genera 75 decibel -, dovrebbe essere sufficienti per avvisare ciclisti e pedoni dell’avvicinamento di un veicolo. Alcune auto elettriche, ad esempio Nissan Leaf, includono già la tecnologia del rumore, sebbene i conducenti abbiano la possibilità di disattivarla. La nuova normativa impedisce ai produttori di automobili di aggiungere l’interruttore di disattivazione.

Quale rumore deve essere generato?

È interessante notare che la legge non fa alcun riferimento al tipo di rumore che deve essere generato. Questa libertà apre la possibilità ai produttori di creare suoni unici, perfino musica o voci maschili e femminili che cambiano in base alla velocità dell’auto. Almeno fino a un certo punto perché il pedone pensare che ci sia un coro alle spalle anziché un’auto. Come anticipato una legge simile sta arrivando anche negli Stati Uniti.

La National Highway Traffic Safety Administration richiede a tutti i veicoli elettrici e ibridi di emettere un suono quando viaggiano a velocità fino a 30 chilometri orari. Il piano originale prevedeva che la legge entrasse in vigore alla fine di quest’anno prima di essere rinviata a settembre 2020. L’NHTSA sta valutando se offrire ai produttori di automobili la possibilità di offrire suoni diversi, consentendo al conducente di scegliere qualcosa di simile al motore e un’alternativa più surreale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti − undici =