Pass disabili 2022: permanente o temporaneo, italiano ed europeo

Per richiedere il pass disabili è indispensabile una certificazione rilasciata da una commissione medico legale dell'Azienda sanitaria locale di appartenenza

Con l’esposizione del contrassegno di parcheggio per disabili è possibile sostare, in Italia e in Europa, nelle specifiche aree riservate. Sono quelle delimitate da strisce gialle e identificate da segnaletica verticale e orizzontale col simbolo della carrozzina. Non è così per i posteggi personalizzati per disabili in quanto sono assegnati individualmente e associati a un numero che deve coincidere con quello indicato nel contrassegno da esporre in auto.

A norma di legge, il pass disabili permette anche di parcheggiare nelle aree per i residenti ovvero all’interno delle strisce gialle e in quelle a pagamento ovvero all’interno delle righe blu. Non è invece ammesso parcheggiare l’auto nelle piazzole di carico e scarico merci, in divieto di fermata o di sosta, così come negli spazi riservati a forze dell’ordine, mezzi di soccorso e di trasporto pubblico. Da rilevare che il tagliando consente l’accesso alle Zone a traffico limitato.

L’operazione preliminare da eseguire è la registrazione della targa del veicolo via web o via fax. Solo se la normativa comunale lo consente, è ammesso l’accesso alle corsie per i mezzi pubblici. Per quanto riguarda le aree pedonali, sono aperte ai veicoli con pass disabili quando il regolamento locale prevede l’accesso ai mezzi di pubblica utilità.

Validità del contrassegno disabili

Da 10 anni esiste un contrassegno europeo: è azzurro, di forma rettangolare e riporta il simbolo di una carrozzina. L’intestatario deve esporlo in originale sotto il parabrezza ed è personale, pena il suo ritiro. Allo stesso tempo, il titolare deve essere presente, come conducente o passeggero, nel momento in cui si parcheggia l’auto o si accede a una Ztl. In questo caso occorre comunicare in anticipo le targhe del veicolo con cui intende transitare.

Il pass disabili può essere richiesto gratuitamente al comune di residenza, anche online, da chi soffre di disabilità, inclusi deficit visivi. Di norma viene rilasciato entro 15 giorni dalla domanda e può essere permanente – per il rinnovo, ogni 5 anni, serve il certificato del medico curante – o temporaneo, per le invalidità momentanee a seguito di infortuni.

Pass disabili, serve il certificato medico

Per richiedere il pass disabili è indispensabile una certificazione rilasciata da una commissione medico legale dell’Azienda sanitaria locale di appartenenza. Deve indicare la patologia invalidante e la durata. Non è richiesta per i ciechi e per chi ha una capacità visiva inferiore a un ventesimo. In questo caso è sufficiente il certificato di invalidità civile rilasciato dall’Inps. Per le disabilità permanenti è gratuito.

Articolo precedenteNoleggio auto: a lungo termine, car sharing, rent-a-car sempre più diffusi
Prossimo articoloPorsche Panamera Platinum Edition 2022: lusso e prestazioni per la versione esclusiva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here