Bollo auto, accertamenti più ferrei per chi non paga. Le modifiche

I primi numeri che stanno saltando fuori stanno in effetti rivelando come il tasso di evasione del bollo auto sia piuttosto elevato

Il bollo auto è certamente una delle imposte che piace meno a gli italiani ed è anche tra le più evase ed è per questo motivo che sono al via una serie di controlli e accertamenti più rigidi che man mano ci saranno in tutta Italia.

L’ultima regione ad aver raggiunto un accordo è la Lombardia che potrà disporre dei dati della polizie locali per stanare le inadempienze. Perché sono due le caratteristiche di base del bollo auto. Si tratta di una imposta legata al possesso del mezzo e non al suo utilizzo. In seconda battuta sono le regioni e riscuotere la somma e dunque a prevedere agevolazioni e sconti da una parte, ma anche controlli e accertamenti più stretti per mancato pagamento dall’altra. E i primi numeri che stanno saltando fuori stanno in effetti rivelando come il tasso di evasione sia piuttosto elevato.

Più nello specifico, l’intesa raggiunta tra le parti prevede che gli uomini della Guardia di finanza, anche sulle base di quanto in possesso dalle forze dell’ordine, comunichino a Regione Lombardia i dati dei possessori di auto non in regola con le scadenze del bollo. A quel punto sarà avviata la procedura di recupero delle somme.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 10 =