Il car sharing è un servizio sempre più utilizzato soprattutto per chi vuole districarsi nel traffico cittadino. Ogni utente ha la possibilità di scegliere tra le offerte dei vari operatori in base alle proprie esigenze.

Car Sharing: obblighi da rispettare

Quando si decide di sfruttare un servizio di car sharing per i propri spostamenti è fondamentale ricordare quali sono le norme da rispettare. In caso di danni da atti vandalici o di incidente è infatti necessario comunicare all’operatore la situazione. Questo comportamento vale anche in caso di tracce inusuali o sporco sulla carrozzeria.

E’ inoltre consigliabile prestare attenzione costante quando si utilizza il mezzo per evitare di subire un furto. Diventa quindi fondamentale verificare sempre che portiere e finestrini siano chiusi correttamente. In caso di comportamento errato la sanzione è in media di 50 euro che saranno addebitati sulla carta di credito dell’utente.

Car sharing: quali sono i divieti da rispettare

L’automobilista è inoltre dovuto a rispettare anche alcuni divieti. E’ infatti proibito fumare ed evitare che lo facciano i passeggeri. E’ inoltre vietato il trasporto di animali, anche se non si va contro il Codice della Strada. Anche in questo caso chi sgarra va incontro a una sanzione tra 50 e 100 euro con addebito diretto.

Car sharing: come comportarsi al termine del viaggio

Una volta terminato di utilizzare la vettura, è importante seguire una opportuna procedura. L’utente deve infatti verificare la chiave, la carta carburante e, se prevista, la tessera per il parcheggio siano ricollocate negli appositi spazi. Il freno di stazionamento deve essere inserito. Mai dimenticarsi inoltre di chiudere opportunamente portiere e finestrini e di spegnere le luci. Controllare infine che nell’abitacolo non siano presenti rifiuti o sporcizia. Anche in questo caso chi non lo fa dovrà pagare una multa che va dai 50 ai 100 euro. In caso di smarrimento della chiave di accensione si sale invece a 250 euro.

Car sharing: cosa accade in caso di incidente

Un utente che va incontro a un incidente con una vettura presa in car sharing va incontro, come è facile immaginare, a conseguenze serie. E’ innanzitutto fondamentale avvertire subito l’operatore di riferimento, anche se la responsabilità è di un altro automobilista. Oltre a dover compilare accuratamente il modulo per la contestazione del danno.

Se, in genere entro sette giorni, il documento non viene inviato, l’assicurazione non potrà liquidare i danni dell’incidente. La società può inoltre riservarsi il diritto di addebitare interamente al cliente i danni creati. In caso di incidente causato dall’utente stesso può esserci inoltre una franchigia di 500 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + cinque =