Automobilisti italiani: neopatentati, RC Auto più cara

I ragazzi aspettano in media di compiere 21 anni per giungere alla patente.

Automobilisti italiani

Età media. RC Auto. Diciottenni al volante. Conosciamo lo stato attuale degli automobilisti italiani, prendendo in esame dati ufficiali. Opportunamente rielaborati, presentano una conformazione inattese del Paese. Che mette in luce problematiche connaturate nella nostra società e mutamenti nei gusti. Prima di accingerci allo studio ricordiamo che non esistono parametri univoci nella definizione di neopatentato: in alcuni casi si intende titolari di patente fino ai 3 anni; in altri, come il caso seguente, è considerato tale colui che ha conseguito l’abilitazione da meno di un anno.

Automobilisti italiani: patente a 21 anni

Facile.it, rielaborando i dati ufficiali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha scoperto che, in media, gli italiani prendono la patente poco dopo aver compiuto i 21 anni e 2 mesi. Fatte queste premesse, i neopatentati italiani sono risultati essere poco più di 554.000, ovvero l’1,55% degli automobilisti titolari di patente B. Se a Milano la miglior tariffa per chi si mette al volante per la prima volta è pari a 746 euro, a Bologna sale a 871 euro mentre a Roma arriva a 943 euro e a Cagliari a 979 euro.

Automobilisti italiani: RCA esosa nel Meridione

Importi ben più alti se ci si sposta a Sud; la miglior tariffa per un nuovo automobilista neomaggiorenne residente a Palermo è pari a 1.152 euro, premio che sale a 1.234 euro per un coetaneo di Bari e, addirittura, a 1.924 euro se residente a Napoli. Le differenze fra Nord e Sud si vedono anche nell’età in cui si consegue la patente. Nel Meridione la licenza di guida si prende mediamente circa 8 mesi prima che nel resto d’Italia. Guardando la classifica regionale, gli automobilisti che conseguono la patente B ad un’età inferiore sono quelli residenti in Basilicata, Sicilia e Campania, dove, in media, ci si mette al volante a 20 anni e 7 mesi.

Automobilisti italiani: maschi contro femmine

Leggendo la classifica nel senso opposto, invece, coloro che superano più tardi l’esame di guida sono i residenti della Sardegna (22 anni), della Liguria (21 anni e 11 mesi) e dell’Emilia Romagna (21 anni e 8 mesi). Dati interessanti emergono anche in relazione alle differenze di genere; le donne, in media, si mettono alla guida per la prima volta a 21 anni e 9 mesi, oltre 1 anno più tardi rispetto agli uomini, che invece conseguono la patente a 20 anni e 8 mesi. Meno di un automobilista su quattro ottiene il documento a 18 anni (24,24% del totale). La percentuale, però, varia sensibilmente nelle diverse aree del Paese. Se in Molise, Basilicata e Campania rappresentano il 35% del totale neopatentati, in Liguria la percentuale scende al 18% e in Sardegna addirittura al 14%. Valori bassi anche in Lombardia e nel Lazio, dove l’incidenza dei diciottenni sul totale neopatentati si ferma al 21%.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 1 =