BMW Nazca C2: il sogno di Giugiaro mai realizzato

Se ne occupa assieme al figlio: andranno in commercio solo tre unità della Spider

BMW Nazca C2

Come aspettarsi che soffi vento favorevole se, alla minima avversità, si dà forfait? Nel corso della storia BMW ha seminato successi. Tuttavia, anche lei è stata colta da rimpianti. Tra flop e mancati crack. Nella seconda categoria inseriremmo la BMW Nazca C2, poco spinta come le sorelle M12 e C2 Spider poco spinta. Nonostante disponesse di ottime credenziali. Emblematico che, a circa trent’anni di distanza dalla presentazione, se ne discuta ancora sul perché sia rimasta esclusivamente confinata a concept.

BMW Nazca C2: ideata a partire da una Bugatti

Negli anni Novanta una nuova sfida stuzzica Giorgetto Giugiaro e figlio: progettare, per conto dell’Elica, la sportiva definitiva. Ispirata alla ID 90 (loro prima Bugatti), sviluppano la Nazca M12, rombante bellezza con doppio rene e in fibra di carbonio, a partire dal telaio. Il che farebbe poco notizia in futuro, ma allora appare come una mini-rivoluzione. Per cui pesa 1.100 kg e viene dichiarato un coefficiente Cx di soli 0,26. L’apertura delle portiere è ad ali di gabbiano, mentre, sul retro, prende sistemazione il dodici cilindri, da 5 litri e 300 CV, già montato sulla 850i.

Escono solo 3 unità della Spider

Dopo un anno, tocca alla C2 debuttare in scena. Per realizzarla viene coinvolta anche Alpina, che ripaga con un motore da 350 Cv. Gli ingegneri si mettono poi all’opera sul corpo vettura, riducendo di circa 100 kg il peso complessivo. Grinta riflessa nel design, nella parte anteriore e dietro, coi tre spoiler. Altro anno e, ta-dah, la Spider debutta al Gran Premio di Monaco. Una versione sgargiante, con finestratura da riporre nel vano bagagli. E col 5.6, ripreso dalla 850 CSi, che sprigiona sotto il cofano 380 CV. Pur mossa da alti propositi, la sola C2, in versione coupé, viene realmente prodotta. Peraltro, in appena 3 esemplari, senz’altro non a buon mercato…

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × due =