Volkswagen Tiguan eHybrid: prova su strada del nuovo modello ibrido

Volkswagen Tiguan eHybrid 2022 è molto efficiente su strada e dà seguito alle migliori aspettative

L’offensiva di Volkswagen va oltre l’elettrico e con i nuovi ibridi plug-in punta a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Volkswagen Tiguan eHybrid è uno dei benchmark del marchio con cui punta a fare breccia in questo segmento di mercato. Si basa su uno dei modelli di maggior successo dell’azienda tedesca, anche se negli ultimi anni Volkswagen T-Roc e Volkswagen T-Cross hanno tolto parte della sua importanza commerciale nel segmento dei suv.

Chiara la proposta di questo modello, un veicolo sobrio nel design, elegante, che si distingue per le linee rette e gli angoli che ne compongono la silhouette. Non ci sono novità rispetto alla versione a combustione, aggiornata e rifinita esteticamente nel 2020, al di là di badge specifici.

Test drive Volkswagen Tiguan eHybrid

Volkswagen Tiguan eHybrid 2022 è molto efficiente su strada e dà seguito alle migliori aspettative. Partendo da una buona accessibilità, l’abitacolo offre molto spazio per gli adulti alti in tutti i sedili. Ad eccezione del sedile posteriore centrale, sono molto confortevoli. Comfort che questa versione eHybrid massimizza in movimento grazie all’energia elettrica.

Il suo propellente combina un motore da 150 CV con un altro motore elettrico da 116 CV. Insieme erogano 245 CV per un’accelerazione forte e lineare e un notevole recupero. Separati, entrambi sono ugualmente corretti, anche se le sensazioni sono più morbide. La trasmissione DSG è come sempre più che conforme essendo leggermente più lenta in fase di riduzione.

Dinamicamente è un buon veicolo: è comodo anche se l’aumento di peso è evidente in questa versione. Per potenza permette di muoversi su strade tortuose, ma non è l’auto più adatta, nemmeno con la modalità GTE, che irrigidisce la direzione e accentua la risposta dell’acceleratore. È un veicolo che è più piacevole guidare con calma. Con la batteria il consumo può essere zero, in modalità elettrica, o intorno ai due litri. Senza batteria, supera i sette litri.

Tecnologia a bordo di Volkswagen Tiguan eHybrid

All’interno Volkswagen Tiguan eHybrid 2022 propone un touchscreen centrale e un quadro strumenti digitale per creare un ecosistema digitale molto completo. Tuttavia, il sistema operativo non è dei più moderni, rimanendo indietro, ad esempio, da quello della nuova Volkswagen Golf 8.

Manca un po’ di velocità e potrebbe essere più intuitivo, ma funziona bene e ha la maggior parte delle funzionalità presenti sui sistemi più recenti. In termini di materiali mancano superfici più morbide, con molta plastica in tutta la cabina.

Articolo precedentePilota automatico Tesla, come funziona e si attiva l’Autopilot
Prossimo articoloJeep Grand Cherokee 4xe vs Skoda Karoq: suv a confronto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here