Sportequipe 8 Hybrid Plug-in: come va su strada il suv top di gamma

Dal punto di vista estetico, Sportequipe 8 Hybrid Plug-in mostra un frontale imponente caratterizzato da una vasta calandra e da fari a Led

Sportequipe 8 Hybrid Plug-in

Il panorama automobilistico europeo sta assistendo a un crescente interesse nei confronti delle vetture cinesi. Negli ultimi anni, diverse case automobilistiche provenienti dalla Cina hanno guadagnato terreno sul mercato europeo, offrendo una combinazione di qualità e prezzi estremamente competitivi. Uno dei protagonisti di questa crescita è DR, un marchio automobilistico italiano fondato dall’ex pilota molisano Massimo Di Risio.

Sin dalla sua fondazione nel 2006, con il lancio del suv DR5, l’azienda ha registrato una crescita costante. Utilizzando veicoli forniti dal partner cinese Chery Automobile, il marchio con sede a Macchia d’Isernia ha ampliato costantemente la sua offerta, mantenendo un occhio attento al portafoglio dei clienti e diversificando sempre di più la gamma di prodotti.

Oltre alla linea principale DR ed Evo, l’azienda ha introdotto anche Sportequipe, una divisione premium che vede il nuovo Sportequipe 8 come fiore all’occhiello della gamma. Si tratta di un suv a sette posti di segmento D, caratterizzato anche come il veicolo più performante del Gruppo.

Con una potenza combinata di 317 CV e una coppia di 545 Nm, il sistema ibrido plug-in è orientato sull’asse anteriore, garantendo efficienza e offrendo la possibilità, in un’imminente opzione, di funzionare anche a GPL.

Cosa piace dello Sportequipe 8 Hybrid Plug-in

Dal punto di vista estetico, Sportequipe 8 Hybrid Plug-in mostra un frontale imponente caratterizzato da una vasta calandra e da fari a Led con un design aggressivo. Lateralmente, si osservano poche sperimentazioni stilistiche, mentre nella parte posteriore, pur risultando massiccia, l’organizzazione degli elementi è armoniosa. All’interno, l’abitacolo è elegante nonostante la presenza di un triplo schermo per strumentazione, infotainment e controllo del clima a doppia zona, dotato di sistema di purificazione dell’aria.

Materiali e assemblaggi di alta qualità contribuiscono a creare un ambiente raffinato, mentre le dotazioni riflettono la posizione del marchio sul mercato. Tra queste, vi sono i sedili anteriori regolabili elettricamente, con funzioni di riscaldamento e ventilazione, il tetto panoramico apribile e la compatibilità con smartphone, inclusa la ricarica wireless.

Anche i passeggeri della seconda fila di sedili godono di un buon comfort, sebbene la comodità dei due posti aggiuntivi sia in linea con la tipologia di veicolo. Viaggiando con cinque persone è possibile sfruttare appieno la capacità di carico del vano bagagli, che offre ben 800 litri di spazio e che può essere aumentata a 1.500 litri abbattendo gli schienali centrali.

Sportequipe 8 Hybrid Plug-in: tecnologie e innovazioni

Sportequipe 8 si è confermato come un suv confortevole e sicuro, grazie anche al ricco assortimento di sistemi avanzati di assistenza alla guida, supportati da sensori e telecamere per ausili attivi.

Nonostante l’accoppiata con cerchi da 20 pollici, l’assetto risulta bilanciato per quanto riguarda il supporto e l’assorbimento delle irregolarità della strada. Il powertrain ibrido plug-in offre una spinta eccellente con consumi contenuti.

Composto da un motore turbo-benzina da 1.5 litri (146 CV) e da due unità elettriche (una accoppiata al cambio automatico DHT a tre rapporti e l’altra integrata nello stesso), il sistema si adatta in modo intelligente alle diverse modalità di guida, incluse quelle totalmente elettriche. La batteria LFP da 19,3 kWh, ricaricabile rapidamente anche durante la frenata rigenerativa (regolabile su tre intensità), consente di raggiungere autonomie di circa 100 km in modalità completamente elettrica.

L’autonomia massima combinata supera invece i 1.000 km. Il prezzo di partenza è di 49.900 euro, mentre la versione Exclusive del nostro test, dotata di wrapping e interni in Alcantara, costa 5.000 euro in più.

Articolo precedenteMulte auto, quando serve l’avvocato per fare ricorso?
Prossimo articoloLexus LBX: sicurezza, comfort e tecnologia per il suv compatto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here