Peugeot 3008, prova su strada tra maneggevolezza ed efficienza del suv francese

Grazie alle dimensioni da suv compatto, Peugeot 3008 si muove agilmente tra gli stretti vicoli

Peugeot 3008 è il suv della casa automobilistica francese che si presenta rinnovato nel design e nei contenuti tra raffinatezza e tecnologia segnando un cambio di marcia nello stile del marchio.

A bordo si viene accolti dal nuovo i-Cockpit dotato di head up digital display ed uno schermo touchscreen da 10 pollici in alta definizione al centro della plancia. Il piacere di guida è un elemento caratterizzante di questa vettura. La guida risulta facile e godibile su tutte le tipologie di carreggiata. La gamma motori di Peugeot 3008 prevede motorizzazioni plug-in hybrid a due o quattro ruote motrici ed anche propulsori a benzina o diesel.

Test drive Peugeot 3008

Peugeot 3008 ha un frontale con mascherina a piccoli listelli di lunghezza variabile che incorpora i fari a led che scendono quasi in verticale e caratterizzano il frontale. La parte superiore dei finestrini è contornata da uno spesso profilo colore alluminio, mentre il terzo montante ricoperto di colore scuro fornisce l’impressione che il tetto sia sospeso rispetto alla fiancata. Dietro spiccano i fanali composti da tre elementi verticali a led uniti da una fascia nera che dona larghezza visiva.

Grazie alle dimensioni da suv compatto, Peugeot 3008 si muove agilmente tra gli stretti vicoli. Il pianale multienergia che 3008 condivide con l’ammiraglia 508 ed altri modelli della casa francese, un telaio già testato e che ha dato prova di maneggevolezza ed efficienza conferisce a 3008 un comportamento su strada valido e sicuro.

Come funziona il sistema Night Vision di Peugeot 3008

Il sistema Night Vision di Peugeot 3008 adotta un sistema che consiste in una camera termica a raggi infrarossi, la cui portata va oltre quella dei pur efficaci proiettori di ultima generazione, favorendo la sicurezza durante la guida.

La telecamera rileva la temperatura corporea degli oggetti che si trovano di fronte all’auto e un calcolatore permette di riconoscere esseri umani ed animali, contornandone la sagoma riprodotta all’interno del quadro strumenti digitale del Peugeot i-Cockpit. La camera termica intercetta e permette di riprodurre ciò che accade frontalmente all’auto, riproducendo l’ambiente notturno nel quadro strumenti digitale che si trova in posizione ottimale rispetto all’asse visivo della strada.

Pedoni oppure animali di altezza superiore a 50 centimetri vengono individuati in un raggio di rilevamento che va dai 15 metri per i pedoni fino a 200 metri in base alle condizioni di visibilità con velocità che possono raggiungere i 160 chilometri orari.

Il guidatore può decidere di mantenere la costante visualizzazione dell’immagine ripresa dalla telecamera anteriore sfruttando le dimensioni del quadro strumenti digitale del Peugeot i-Cockpit, oppure lasciare che venga inviato l’alert sotto forma di finestra temporanea che si attiva nel lato destro del quadro strumenti se necessario.

Articolo precedenteToyota sviluppa una società basata sull’idrogeno e collabora con Bmw
Prossimo articoloSkoda Scala G-Tec a metano: autonomia di 400 chilometri con 14 euro di spesa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here