Sin dal novembre 2015, quando arrivò nelle concessionarie, la DS4 Crossback ha brillato in eleganza e cura per i dettagli. In arrivo nuovi colori “Matt”.

LAVORAZIONE A MANO

Crossover Chic alternativa, conta su elementi stilistici forti: profili dei passaruota neri come il frontale e lo spoiler posteriore, barre al tetto grigie specifiche, ampie ruote nere, visibilità verso l’alto grazie al parabrezza panoramico (con angolo visivo di 45°), retrovisori esterni neri, battitacco e tappetini specifici. Il tutto accentuato dall’assetto rialzato di 30 mm rispetto alla versione berlina. Materiali autentici lavorati a mano come la pelle semi-anilina o nappa dimostrano raffinatezza. Il Touch Pad 7″ di ultima generazione appaga l’esuberante istinto generazionale. Grazie alla funzione Mirror Screen si può duplicare il proprio smartphone direttamente sul Touch Pad, in totale sicurezza. Motorizzazioni performanti sì, ma al contempo rispettose dell’ambiente.

AL MOTORSHOW

La carrozzeria di colore opaco esalta lo stile del veicolo e di chi lo guida. Per questo i francesi di DS hanno deciso di presentare al Motorshow di Bologna (3-11 dicembre) una DS4 Crossback Arancio tourmaline matt. Si tratta del colore più fashion delle otto nuove proposte offerte sulla versione rialzata di 30 mm della berlina compatta transalpina. Modello crossover che si distingue dalla DS4 standard anche per gli elementi esterni di protezione aggiuntiva.

PAROLA AL CLIENTE

Sino a oggi disponibili a richiesta solo su una gamma di modelli ristretti, spesso di prezzo importante, le tinte ”matt” per il brand di lusso del gruppo PSA rappresentano un ulteriore elemento di personalizzazione, nel solco dell’eleganza alla francese che è la linea guida della marca. In Italia viene offerta con una scelta fra quattro motori (i benzina PureTech 130 e THP 165 EAT6 e i Diesel BlueHDi120, anche con cambio automatico EAT6, e BlueHDi 180 EAT6) e due livelli di allestimento (So Chic e Sport Chic). Prezzi a partire da 25-200 euro, le nuove tinte opache sono disponibili ad un sovrapprezzo di 2.800 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 − 1 =