Cupra: solo auto elettriche entro il 2030, le strategie del produttore spagnolo

La gamma Cupra sarà così composta da modelli come Born, compatta elettrica già configurabile in attesa della consegna delle prime unità

“Abbiamo l’ambizione di diventare un marchio completamente elettrico entro il 2030. Lanceremo nel corso dell’anno la Cupra Born mentre la Cupra Tavascan arriverà nel 2024″. Così Wayne Griffiths, Ceo di Cupra, durante l’inaugurazione del Cupra Garage di Monaco e la presentazione del prototipo urbano elettrico UrbanRebel Concept che anticipa quella che sarà una futura sportiva elettrica del marchio prodotta a Martorell e che arriverà nel 2025.

Cupra punta solo sui veicoli elettrici

Questa presa di posizione, oltre a una dichiarazione di intenti e alla ratifica della promessa che l’elettrificazione è uno dei pilastri del marchio, porterà a un completo rimodellamento della sua gamma e, sulla ripresa, conferma la data in cui cesserà vendere una delle auto più iconiche dell’azienda, la Leon Cupra, ora chiamata Cupra Leon, a combustione e il suo motore da 300 CV.

Non è chiaro se arriverà in futuro una Leon elettrica, ma è già stata fissata una data di scadenza per il motore TSI da 300 o 310 CV che monta sia la popolare compatta, l’Ateca e la Formentor, sia le versioni eHybrid ibridi plug-in.

Come sarà la prossima gamma Cupra di auto eletriche

La gamma Cupra sarà così composta da modelli come Born, compatta elettrica già configurabile in attesa della consegna delle prime unità a novembre, e Tavascan, un grande suv elettrico che arriverà nel 2024 e non sarà prodotto nella natia Spagna. Verrà inoltre lanciata una urban car di appena quattro metri basata sull’UrbanRebel Concept che dovrebbe essere prodotta a Martorell e raggiungere il mercato nel 2025.

Non dovrebbe essere questo l’urban abbordabile che Wayne Griffiths ha promesso nei mesi scorsi, ruolo che sarebbe riservato a una versione Seat, così come per le derivate Volkswagen e Skoda che saranno prodotte anche in Spagna, la prima in Navarra per sostituire la Polo e la seconda sempre a Martorell. All’urban sarà prodotto su una modifica della piattaforma Meb per piccoli veicoli elettrici sviluppata da Seat.

Cupra Born avrà il compito di mostrare ciò che il marchio può offrire in termini di elettrificazione. Con le sue prime unità già assemblate a Zwickau, in Germania, nelle parole di Griffiths questa vettura “sarà la forza trainante dietro la trasformazione dell’azienda e l’inizio dell’offensiva elettrica di Cupra”. Il manager prevede che con Born, e grazie all’impulso di Formentor, riusciranno a far accumulare a Cupra “il 20% delle vendite totali di Seat”. Griffiths ha celebrato che la crescita di Cupra è stata eccezionale, con più di 100.000 unità vendute dalla sua nascita nel 2018 e con un fatturato che supererà i 1.000 milioni di euro nel 2021.

Articolo precedenteDacia Duster 2021: un’estetica aggiornata e dotazione tecnologica più completa
Prossimo articoloHyundai Ioniq 5 diventa un robotaxi senza conducente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here