Macchine usate: vince il diesel, ecco come non sbagliare l’acquisto

Si tratta di un buon compromesso per chi vuole ridurre le spese ma avere un mezzo affidabile: il cliente è protetto da una garanzia di dodici mesi

macchine usate
Foto: Flickr

E’ in crescita il numero di utenti che decidono di puntare sulle macchine usate, una soluzione ad hoc per chi vuole evitare di spendere cifre eccessive, ma senza necessariamente rinunciare all’affidabilità.

Macchine usate: il diesel piace sempre di più

Ormai tutte le case automobilistiche stanno mostrando un’attenzione sempre più importante nei confronti dell’ambiente. Anche le scelte di acquisto sono spesso influenzate da questo principio.

Nel mercato dell’usato, però, la situazione è parzialmente differente. A sottolinearlo è l’analisi effettuata dal Centro Studi di AutoScout24, leader in Europa per quanto riguarda la compravendita di macchine e moto usate. Nel novembre 2018 addirittura il 61% delle scelte si è focalizzato su modelli con propulsore diesel.

La situazione, secondo gli analisti del settore, non sembra destinata a cambiare del tutto nel nuovo anno ormai alle porte. In base alle previsioni, il 44% punterà su una vettura a gasolio, mentre il 28% punterà sulla benzina.

Macchine usate: fare l’affare è davvero possibile

Non è così raro ritrovarsi con la propria auto in panne e avere la consapevolezza di dover spendere una cifra piuttosto ingente per poterla riparare. Quando la vettura ha ormai diversi anni di vita alle spalle diventa più conveniente sostituirla con un’altra. Ma se il budget familiare non ci aiuta un buon compromesso può essere rappresentato da una macchina usata.

Fino a qualche tempo fa questa scelta poteva suscitare qualche perplessità, ma ora questa idea non deve esserci più: è possibile puntare infatti su mezzi quasi nuovi (o, in alternativa, a chilometri zero) e portare a casa un buon prodotto.

Per chi non è particolarmente esperto diventa però fondamentale sapersi districare tra i numerosi annunci disponibili e distinguere quelli meno affidabili. E’ innanzitutto necessario avere le idee chiare su quello di cui si ha bisogno e, a quel punto, il gioco è fatto. Ormai anche diversi concessionari mettono a disposizione numerose offerte per consentire a ogni utente di optare per quella che fa maggiormente al caso proprio.

Macchine usate: soddisfa le tue esigenze

Il budget di spesa è certamente un fattore importante, ma non deve essere l’unico aspetto a condizionare le proprie scelte. Ognuno deve quindi sapere bene quali siano le motivazioni che lo spingono a scendere un’auto: se, ad esempio, si ha bisogno di un mezzo soprattutto per recarsi quotidianamente al lavoro e riuscire a districarsi nel traffico cittadino diventa inutile puntare su qualcosa di grandi dimensioni. La city car soddisfa appieno questa necessità.

Se invece si hanno maggiori possibilità di spesa è possibile contare anche su auto di lusso, pur senza dover sostenere il costo maggiorato tipico di qualcosa da poco immatricolato. Il risparmio in questi casi è davvero tangibile: si può arrivare a ridurre le spese anche del 10-15% rispetto al prezzo di listino.

Macchine usate: attenzione alla valutazione

Per evitare di andare incontro a brutte sorprese è bene stare con gli occhi aperti per capire se il prezzo di vendita corrisponda al reale valore della vettura usata. Il primo aspetto da prendere in considerazione è quello relativo al chilometraggio: questo valore dà un’idea preliminare del livello di usura del mezzo. La precauzione in questo caso non deve essere però mai troppa: troppo spesso, infatti, questo dato finisce per essere truccato per ottenere un ricavo maggiore.

Fatto questo, diventa fondamentale dare un’occhiata scrupolosa alla carrozzeria. Si deve quindi controllare l’eventuale presenza di segni o graffi, oltre allo stato di tappetini, rivestimenti e chiusura delle maniglie. Se questi non sono in perfetto stato, il prezzo è destinato a scendere.

Ogni acquirente può comunque sentirsi protetto: tutte le vetture possono infatti godere di una garanzia di dodici mesi. Ogni periodo che possa manifestarsi in questo periodo finisce infatti per essere a carico del venditore.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 − 3 =