Guidare in inverno rende ansiosi: consigli utili per i meno esperti

Le temperature più rigide e la possibile presenza di ghiaccio o neve sull'asfalto invitano alla prudenza, ma per i più giovani non è semplice gestire queste situazioni

guidare in inverno rende meno ansiosi

L’arrivo dell’inverno costringe a essere più prudenti quando ci si mette alla guida, ma questo inevitabilmente genera un po’ di ansia in molti automobilisti. L’inesperienza finisce per essere spesso un fattore determinante: secondo le statistiche sono proprio i più giovani ad avere maggiore probabilità di andare incontro a un incidente.

Guidare in inverno rende ansiosi: l’esperienza è spesso determinante

La stagione più fredda dell’anno si caratterizza per le temperature che spesso finiscono al di sotto dello zero in molte zone d’Italia e questo contribuisce alla formazione di ghiaccio e neve sull’asfalto. In queste condizioni la cautela quando ci si mette in viaggio con la propria auto la prudenza non è mai troppa.

Dotarsi degli pneumatici invernali (oltre ad avere a bordo, in caso di necessità, le catene da neve) rappresenta un primo passo ma non è l’unico. Sono diversi infatti i fattori che devono essere presi in considerazione come indicati dal test driver di Nokian Tyres Mika Kuusi. La visibilità, complice anche le giornate più brevi, è spesso ridotta, ma diminuisce anche l’attrito sulla strada e lo spazio di frenata. Prestare attenzione a non superare i limiti di velocità è quindi fondamentale.

I primi a farne le spese sono innanzitutto i neopatentati o chi è abituato a spostarsi solo per brevi distanze con la propria vettura. Tra le situazioni che generano maggiore paura ci sono gli spostamenti nel traffico cittadino e la necessità di dover viaggiare al buio.

A destare allarme sui rischi che possono correre i più giovani ci sono i dati forniti dalla Commissione Europea. La maggior parte degli incidenti, alcuni anche con vittime, coinvolgono infatti persone dai 16 ai 24 anni. I sinistri in cui sono coinvolti i ragazzi sono spesso causati dalla perdita di controllo o della velocità e possono accadere più frequentemente durante le ore notturne.

A complicare la situazione ci sono anche le auto guidate dai neopatentati. Molto spesso, infatti, a loro vengono affidate le vetture più vecchie in dotazione alla famiglia, ma queste non sempre sono dotate di sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida all’avanguardia. Poter contare su questi dispositivi, come ad esempio quello per la partenza in salita, può rivelarsi provvidenziale.

Guidare in inverno rende ansiosi: attenzione agli pneumatici

Un ruolo determinante in condizioni meteo avverse è svolto dagli pneumatici. Scegliere quelli ideali per il periodo invernale non è però sufficiente. E’ infatti consigliabile soprattutto per chi guida raramente o ha meno esperienza, come ha indicato Martin Dražík, Product Manager di Nokian Tyres Europe, optare per il miglior modello tra quelli recentemente usciti sul mercato.

Le versioni più recenti sono in grado di offrire maggiore aderenza all’asfalto. Il guidatore ne trarrà subito giovamento: anche in condizioni più scivolose avvertirà maggiore controllo e sicurezza.

In linea generale è comunque raccomandabile verificare la profondità del battistrada periodicamente. Si invita poi a mantenere una corretta pressione di gonfiaggio.

Guidare in inverno rende ansiosi: ecco alcuni consigli utili

Solo la pratica, anche in condizioni di strada meno agevoli, può aiutare a migliorare il proprio stile di guida. Può essere utile però conoscere alcuni consigli utili da seguire in questi casi:

  • mettersi alla prova è la soluzione ideale per chi deve acquisire sicurezza al volante. Possono essere di aiuto una serie di lezioni con un istruttore (anche per chi ha già la patente) in grado di correggere eventuali difetti, ma anche una serie di manovre in parcheggi vuoti;
  • è consigliabile allenarsi soprattutto in situazioni di asfalto scivoloso in modo tale da capire come manovrare la vettura al meglio;
  • mantenere la calma anche se si ha paura di sbagliare è fondamentale. In fase di sterzo premere il freno forte e bloccare le spalle, ma prestando attenzione ad eventuali ostacoli;
  • controllare periodicamente il livello di pressione degli pneumatici per evitare che la vettura sfugga dal nostro controllo.
Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 − 3 =