Lancia: ecco quale sarà la futura ammiraglia e quando uscirà

L'ammiraglia Lancia, con una lunghezza di 4,7 metri, si presenta come un fastback caratterizzato da un design elegante e innovativo

Lancia ha annunciato il suo impegno a realizzare in Italia la sua ammiraglia a partire dal 2026. Questa decisione strategica rappresenta un passo significativo nella produzione automobilistica del marchio, sottolineando un forte legame con il territorio italiano. L’obiettivo è concentrare il processo produttivo nello stabilimento di Melfi, situato in Basilicata, sfruttando la piattaforma tecnologica STLA Medium. L’iniziativa è stata avviata in linea con la visione delineata nel piano strategico Dare Forward 2030.

Caratteristiche dell’ammiraglia Lancia: eleganza e innovazione

L’ammiraglia Lancia, con una lunghezza di 4,7 metri, si presenta come un fastback caratterizzato da un design elegante e innovativo. La decisione di realizzare il veicolo sulla piattaforma STLA Medium denota un’attenzione particolare alla moderna tecnologia automobilistica e alla sostenibilità. La scelta di questa piattaforma, implementata nello stabilimento di Melfi, rappresenta un passo importante per posizionare l’ammiraglia come un prodotto all’avanguardia in termini di ingegneria, sicurezza e prestazioni.

Lo stabilimento di Melfi diventa il fulcro della produzione dell’ammiraglia Lancia, contribuendo in modo significativo alla strategia complessiva del marchio. Questa scelta di produzione riflette l’impegno verso una produzione automobilistica italiana di alta qualità, incorporando le più moderne tecnologie e pratiche industriali. L’utilizzo della piattaforma STLA Medium nel contesto del polo produttivo di Melfi rappresenta un’eccellenza nella produzione automobilistica nazionale, contribuendo all’innovazione e alla competitività del settore.

Lancia Ypsilon 2024: ibrida ed elettrica

L’atteso debutto della nuova Lancia Ypsilon è previsto nel corso del 2024, caratterizzata dalla sua versatilità elettrica e ibrida. La vettura si propone di coniugare efficienza energetica e avanzate soluzioni tecnologiche, fornendo ai consumatori un’opzione di guida sostenibile. La scelta di integrare tecnologie ibride ed elettriche sottolinea la strategia di Lancia di anticipare le evoluzioni del mercato automobilistico verso soluzioni a basse emissioni.

Il 2026 segnerà una svolta per Lancia, con l’introduzione dell’ammiraglia totalmente elettrica. Questa decisione è parte di una strategia più ampia, secondo la quale, entro il 2026, l’intera gamma Lancia sarà composta solo da vetture elettriche (EV). L’azienda mira a raggiungere le zero emissioni di carbonio entro il 2038, impegnandosi a implementare la piattaforma STLA Medium come fondamentale strumento tecnologico per fornire veicoli con autonomia elevata, tempi di ricarica ridotti e prestazioni di alto livello.

La piattaforma STLA Medium rappresenta il cuore tecnologico della transizione di Lancia verso la mobilità elettrica. Progettata per soddisfare le esigenze del mercato in rapida evoluzione, offre un’architettura flessibile che facilita la realizzazione di vetture elettriche avanzate. Da autonomia estesa a tempi di ricarica rapidi, questa piattaforma fornisce la base tecnologica per anticipare le aspettative dei clienti e contribuire agli obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio dell’azienda.

Articolo precedenteAuto elettriche 2024, i 7 modelli da non perdere di vista
Prossimo articoloRenault Mégane elettrica: nuovo crossover elettrico fino a 500 km di autonomia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here