Pass disabili 2019, come ottenerlo: documenti e prezzi

Esistono due tipi: quello temporaneo per le invalidità momentanee e quello permanente

È personale, va esposto in originale sotto al parabrezza e al momento dell’utilizzo, il titolare dev’essere presente, come conducente o passeggero. Si tratta del pass disabili 2019 per parcheggiare l’auto negli spazi riservati o accedere a una Ztl, ma solo in caso di comunicazione preventiva della targa dell’auto. Possono richiedere il contrassegno per il parcheggio invalidi e disabili le persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta e i non vedenti, coloro con temporanea riduzione della capacità di deambulazione a causa di infortunio e le persone con totale assenza di autonomia funzionale.

Esiste anche il pass disabili europeo, di colore azzurro, forma rettangolare e con il simbolo di una carrozzina stampato nella parte frontale.

Come richiedere il pass disabili 2019: documenti e prezzi

Esistono due tipi di pass disabili: quello temporaneo per le invalidità momentanee a seguito di infortuni e quello permanente, da rinnovare ogni 5 anni dietro presentazione di certificato medico. Va richiesto al comune di residenza da chi soffre di disabilità e i tempi di attesa sono di circa 15 giorni. Per ottenere il pass disabili 2019 è indispensabile la certificazione rilasciata dall’Azienda sanitaria locale di appartenenza.

Nel documento devono essere indicati due dettagli fondamentali: la patologia invalidante e la durata. Ci sono alcune eccezioni perché non è richiesta per i ciechi e per chi ha una capacità visiva inferiore a 1 su 20. Solo in queste circostanze è sufficiente il certificato di invalidità civile rilasciato dall’Inps.

Un’altra eccezione rispetto allo schema di base è quello delle disabilità permanenti per cui non è previsto alcun costo. A tal proposito occorre fare presente come per le patologie temporanee occorre mettere in conto un variabile impegno di spesa. Le singole città mantengono la facoltà di variare i costi e così se a Milano e a Bologna è gratis, a Roma sono richiesti 17,64 euro, a Firenze 15,24 euro, a Napoli 34,80 euro, a Genova 45 euro, ma è gratis se l’invalidità è superiore al 67%.

A cosa non serve il pass disabili

Il passo disabili è un diritto per le categorie di persone coinvolte, ma non permette di parcheggiare l’auto dove vigono il divieto di sosta e il divieto di fermata, nelle aree riservate ai mezzi di soccorso e di polizia, nelle zone a traffico limitato quando non è autorizzato, in corrispondenza o in prossimità delle intersezioni, in seconda fila, nelle aree pedonali urbane quando non è autorizzato l’accesso, in corrispondenza di passo carrabile, sulle piste ciclabili, negli spazi per i mezzi pubblici, contro il senso di marcia, negli spazi di parcheggio personalizzati.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 1 =