Lexus ES: al debutto nel Vecchio Continente

Fiore all'occhiello il sistema ibrido: consuma 4,7 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato

Lexus ES

Pronta per essere servita. Seguendo quelle linee stilistiche già introdotte sulle LS e LC, la Lexus ES spiega le ali, mossa da grandi propositi. Alla settima generazione, avvicinerà “il brand al target di vendite pari a 100.000 unità annue in Europa entro il 2020”, come preannunciano dal quartier generale. In Italia, l’obiettivo sarà quello di diffondere i valori Lexus nel nuovo segmento E Premium sedan, per un 4% di quota mercato.

Lexus ES: doppia identità

Caratterizzata da un design elegante ma aerodinamico e da maggior presenza su strada, assicura un handling tale da offrire performance migliori rispetto alla precedente generazione. Con la linea del tetto inclinata verso il basso per assicurare maggiore fluidità e dinamicità, si avvale della nuova piattaforma Global Architecture-K, a garanzia di una maggiore libertà stilistica e una straordinaria rigidità strutturale. Disponibili per le versioni standard, i cerchi in lega da 17 e 18 pollici, mentre le versioni F SPORT viaggiano su cerchi in lega da 19” con un disegno simile a quello della coupé LC.

Tutto nel campo visivo di chi guida

Evidente l’attenzione al lato guida, dallo spostamento del display centrale, del pannello strumenti e del display Head-Up in un solo alloggiamento disposto nel campo visivo del conducente. Il navigatore prevede anche un display multimediale da 12,3 pollici e un touchpad con Remote Touch Interface di seconda generazione. I modelli standard continueranno a sfoggiare materiali tradizionali come il bambù e il legno Shimamoku, regalando alla nuova ES i livelli di qualità attesi. Tra le nuove funzioni del Lexus Safety System + si aggiunge la Cyclist Detection, grazie alla quale il sistema riesce a rilevare la presenza di ciclisti. Altra caratteristica innovativa i fari abbaglianti adattivi a due stadi, che con 24 LED su entrambi i lati forniscono un’illuminazione impeccabile. Insieme alla Lexus ES farà il suo esordio il sistema Mark Levinson PurePlay con 17 altoparlanti capace di creare un’esperienza sonora naturale e coinvolgente.

Efficiente sistema ibrido

Il sistema Self-Charging Hybrid di quarta generazione garantisce un’eccezionale efficienza nei consumi, una performance reattiva ed emissioni ai vertici della categoria. La trasmissione coniuga un motore benzina 2.5, 4 cilindri a ciclo Atkinson a uno elettrico potente, compatto e leggero. La potenza totale del sistema è pari a 218 cavalli, per un’economia dei consumi che si attesta sui 4,7 l/100 km. Tra le caratteristiche che aiutano l’unità ad ottenere risultati così eclatanti, figurano le nuove porte di aspirazione, nuove valvole e nuove sedi delle valvole lavorate con laser cladding. La pompa dell’olio a capacità variabile, gli iniettori multi-hole, il sistema VVT-iE per le valvole di aspirazione e quello di raffreddamento variabile, contribuiscono, a loro volta ,alla straordinaria gestione del calore e della combustione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 − 3 =