BMW X3 xDrive 30e: la prima X3 ibrida plug-in

La parte termica di BMW X3 xDrive 30e è assicurata da un quattro cilindri 2.0 da 184 CV e 300 Nm di coppia

BMW X3 è attualmente alla sua terza generazione. Oggi il suv bavarese adotta un motore ibrido plug-in per aderire alla strategia di offrire una versione pulita per ciascuno dei suoi modelli. Combina quindi una doppia motorizzazione termica ed elettrica. L’X3 xDrive 30e non è particolarmente diverso dagli altri X3 disponibili. È a malapena se notiamo il secondo portello installato sul parafango anteriore sinistro o il monogramma xDrive30e sul portellone.

A parte questi dettagli, nessun cambio di stile rispetto alle X3 termiche. Sulle finiture più sportive, la X3 ha paraurti più aggressivi mentre le cromature diventano nere e i passaruota non sono più in plastica nera ma verniciati in tinta con la carrozzeria.

Doppio motore per BMW X3 xDrive 30e

Per muoversi, la BMW X3 xDrive 30e ha quindi un doppio motore. La parte termica è assicurata da un quattro cilindri 2.0 da 184 CV e 300 Nm di coppia quando l’elettrico recupera un blocco di 109 CV e 265 Nm. Quest’ultimo è posizionato all’interno del cambio automatico a 8 rapporti a differenza del fratello minore X1 xDrive 25e che lo vede posizionato sul suo asse posteriore. La potenza totale è di 292 CV e arriva a terra tramite una trazione integrale permanente.

In modalità Max eDrive, la batteria da 12 kWh può avvicinarsi, nella vita reale, ai promessi 50 km di autonomia. Questa modalità di guida può essere selezionata dal pulsante eDrive. È accompagnato dalla modalità Battery Control che permette di risparmiare la batteria residua o di ricaricarla durante la guida. Ma in queste condizioni il consumo di carburante aumenta, la massa totale da movimentare supera le 2 tonnellate.

L’aggiunta di un motore elettrico è spesso sinonimo di guida zen e questo ibrido plug-in X3 conferma questa idea incoraggiando una guida più rilassata. I due motori che lavorano insieme sono sintonizzati. E se il silenzio in modalità elettrica era facile da prevedere, molto ben riuscita anche l’insonorizzazione del gruppo benzina. Il comfort è un punto di forza di questa X3, senza contare che a volte può essere anche divertente grazie a una ciclistica ben bilanciata e a uno sterzo preciso.

Poche differenze con X3 termico

All’interno c’è un cruscotto identico all’X3 esclusivamente termico. Nella parte anteriore, l’unica differenza arriva dal pulsante eDrive, posto accanto alla leva del cambio, utilizzato per impostare la modalità di guida.

Dotato di comfort e prestazioni, questo X3 xDrive 30e ha tutto, tutto ciò di cui ha bisogno è un bagagliaio più spazioso. Un veicolo di questo tipo sarà rilevante dal momento in cui potrà essere regolarmente utilizzato con il suo unico motore elettrico. È quindi necessario beneficiare di una soluzione di ricarica accessibile. Per quanto riguarda questo X3, una ricarica completa richiederà 6 ore su una presa da 230 V e 3 ore e 40 minuti su una Wallbox da 3,7 kW.

Articolo precedentePorsche Panamera Platinum Edition 2022, nuova versione speciale: le anticipazioni
Prossimo articoloRC auto, ancora giù i prezzi, ma gli sconti sono sempre più ridotti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here