Volkswagen ID.5 vs Volvo C40 Recharge: nuovi suv coupé elettrici a confronto

La nuova Volvo C40 Recharge, il suv coupé della casa svedese, è sin da adesso acquistabile. Volkswagen ID.5 lo sarà nel 2022

Elettrica e sportiva. Volkswagen allarga la famiglia dei suoi modelli elettrici con la ID.5, suv-coupé con 500 km di autonomia. Con ID.5 Volkswagen punta a compiere un ulteriore passo nella strategia Accelerate, che prevede di portare al 70% le vendite di vetture a zero emissioni del Marchio entro il 2030.

Linea suv-coupé, coda spiovente, CX a 0,26, riprende gli stilemi delle altre vetture della gamma ID, con linee pulite e filanti e le ormai tradizionali strisce luminose che uniscono i gruppi ottici anteriori e posteriori con matrix Led IQ.Light e 3D Led.

Volkswagen ID.5

Stesso concept negli interni per Volkswagen ID.5, dominati da due schermi posti uno dietro al volante da 5,3 pollici e uno al centro del cruscotto da 12 pollici, per l’infotainment. Ampio lo spazio grazie al passo di 2,7 metri sui 4,6 totali; bagagliaio da 549-1.561 litri. La versione sportiva GTX ha due motori elettrici, uno per asse, trazione integrale, e 299 CV con 0-100 Chilometri orari in 6,3 secondi, velocità autolimitata a 180 chilometri orari.

Le altre motorizzazioni: la Pro, con un solo motore al posteriore, per 174 cv e Pro Performance, con due motori e trazione posteriore, 204 cv. Per tutte le versioni batteria da 77 kWh, con 520 chilometri di autonomia per la Pro e la Pro Performance e 480 la GTX. La ricarica può avvenire tramite reti fast fino a 135 kW. Sfruttando la massima potenza, è possibile recuperare fino a 390 chilometri di range in 30 minuti. Arriverà nel 2022.

Volvo C40 Recharge

La nuova Volvo C40 Recharge, il suv coupé della casa svedese, è sin da adesso acquistabile. La vettura è disponibile in una sola versione First Edition al prezzo di 57.500 euro al netto degli incentivi statali per i veicoli a zero emissioni. Volvo propone anche un’altra opzione di acquisto che include tra l’altro la manutenzione per i primi 3 anni l’assicurazione Kasko, incendio e furto al prezzo di 60.950 euro, sempre al netto degli incentivi.

La vettura ha dimensioni molto simili a quelle della XC40 Recharge, essendo sviluppata sulla medesima piattaforma, con una lunghezza di 4,40 metri, 1,87 di larghezza, ma risulta più bassa grazie al design più da coupé, solo 1,59 metri, con un tetto che scende posteriormente ma garantisce una buona abitabilità anche nei sedili posteriori.

La batteria da 78 kWh che alimenta i due motori elettrici, uno sull’asse anteriore e uno sul posteriore per una potenza complessiva di 300 kW (404 CV), può essere caricata con un fast charge da 150 kW all’80% in circa 37 minuti.

La potenza offre una accelerazione da 0 a 100 chilometri orari 4,7 secondi con una velocità massima autolimitata, come da scelta di Volvo, a 180 chilometri orari. L’autonomia dichiarata dalla casa svedese è di 444 chilometri secondo il ciclo WLTP, ma andrà a migliorare nel tempo grazie agli aggiornamenti over-the-air del software.

Articolo precedenteDacia Spring: record di vendite per il suv elettrico più economico
Prossimo articoloBMW Serie 2 Gran Coupé, prova su strada della nuova sportiva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here