Auto elettriche: i prezzi e gli sconti con i nuovi incentivi 2024

Alcuni produttori potrebbero decidere di ridurre i prezzi delle auto che superano il limite massimo per beneficiare degli incentivi

auto elettriche incentivi

La disponibilità di auto elettriche a prezzi accessibili resta un obiettivo ancora non pienamente raggiunto, nonostante la presenza sul mercato di alcuni modelli che rientrano nella fascia dei 25.000 euro. Il reddito medio delle famiglie italiane nel 2022 si attesta a 33.798 euro, limitando di fatto la portata dell’accessibilità di questi veicoli.

L’attesa è ora rivolta ai nuovi incentivi che potrebbero ampliare il pool di potenziali acquirenti di auto elettriche. Sebbene i contributi possano variare da 6.000 a 13.750 euro, mantenendo costanti i requisiti di emissioni tra 0 e 20 g/km e il prezzo massimo della vettura a 35.000 euro più Iva (42.700 euro chiavi in mano), sono previste due novità significative: un maggior contributo per chi rottama un’auto più vecchia e un maggiore sostegno per i redditi bassi.

Alcuni produttori potrebbero decidere di ridurre i prezzi delle auto che superano il limite massimo di prezzo per beneficiare degli incentivi.

Dacia Spring

Dacia Spring è uno dei rari modelli di veicoli elettrici che, a prezzo pieno, si colloca significativamente al di sotto della soglia dei 25.000 euro. Questo suv urbano della casa automobilistica romena è disponibile in due varianti di potenza, entrambe equipaggiate con lo stesso pacco batteria da 26,8 kWh.

L’autonomia dichiarata nel ciclo misto è di 230 km per la versione da 45 CV, mentre scende a 220 km per la versione Extreme da 65 CV. I consumi energetici sono valutati a 13,9 kWh per ogni 100 km percorsi. Le dimensioni della vettura prevedono una lunghezza di 373 cm e un bagagliaio con una capacità minima di 270 litri, con omologazione per quattro persone.

I prezzi di listino della Dacia Spring, escluse eventuali promozioni, variano da 21.450 a 23.200 euro.

Fiat 500

Fiat 500, denominata ufficialmente come 500 elettrica, è inclusa negli incentivi, sia nella versione berlina (con 10 allestimenti disponibili) che cabriolet (con 4 allestimenti disponibili). Fondamentalmente, questo veicolo elettrico è dotato di due opzioni di batteria. La prima, da 23 kWh, garantisce un’autonomia dichiarata di 190 km con un consumo energetico di 13 kWh/100 km. La seconda, da 42 kWh, offre un’autonomia stimata tra 308 e 322 km, con un consumo compreso tra 13 e 14,4 kWh/100 km.

Le dimensioni della vettura prevedono una lunghezza di 363 cm, con un bagagliaio che parte da 185 litri e quattro posti a sedere. I prezzi di listino per la versione berlina variano da 28.950 a 39.950 euro, mentre per la versione cabriolet si collocano tra 31.450 e 40.950 euro.

Fiat 600

L’ispirazione di Fiat 600 deriva dalla Fiat 500 elettrica, caratterizzata dal suo stile raffinato, ma l’obiettivo principale è quello di offrire un’auto lunga 418 cm, a cinque porte, con un ampio bagagliaio da 360 litri, rivolta al grande pubblico. L’abitacolo è caratterizzato da un design di buon gusto e l’utilizzo di materiali di alta qualità. Riguardo al powertrain, non ci sono sorprese: è identico in ogni minimo dettaglio a quello da 156 Cv di potenza già visto su modelli come la Jeep Avenger e la Peugeot e-208, con una batteria da 54 kWh di capacità.

Entrambe le versioni beneficiano degli incentivi: il modello Fiat 600 e Red è disponibile al prezzo di 35.950 euro, offrendo un’autonomia di 409 km e consumi di 15,1 kW ogni 100 km, mentre la variante La Prima ha un prezzo di 40.950 euro, con un’autonomia di 406 km e consumi di 15,2 kW ogni 100 km.

Jeep Avenger

I tre livelli di allestimento della Jeep Avenger Bev, la versione elettrica, sono tutti eleggibili per gli incentivi. Dotata di un pacco batteria da 54 kWh, la vettura dichiara un’autonomia di 401 km, con un consumo medio di 15,1 kWh ogni 100 km. Il motore raggiunge una potenza di picco di 156 Cv. Con una lunghezza di 408 cm, il veicolo offre un bagagliaio con una capacità minima di 355 litri.

I tre allestimenti disponibili sono il Longitude, il cui prezzo parte da 39.400 euro, l’Altitude, che ha un costo base di 40.400 euro, e il Summit, che parte da 42.400 euro.

MG4

La gamma della MG4 è un successo per il marchio britannico, grazie alla sua combinazione di qualità e prezzo, che ha consentito di includere tutta la gamma all’interno della zona di beneficio degli incentivi. Tutti i modelli condividono una lunghezza di 429 cm e offrono un bagagliaio con una capacità massima di 350 litri, ma l’offerta è estremamente variegata.

La versione base, MG4 Standard, parte da 30.790 euro e dispone di batterie da 51 kWh che alimentano un motore da 170 Cv, offrendo un’autonomia di 350 km e consumi di energia di 17 kW ogni 100 km. Le varianti MG4 Comfort e Luxury, entrambe a trazione posteriore, montano batterie da 64 kWh e motori da 204 Cv, con autonomie rispettivamente di 450 km e 435 km, e consumi di energia di 16 kW e 16,6 kW ogni 100 km. Queste versioni sono disponibili a 34.790 e 36.790 euro.

Passando alle opzioni più avanzate, la versione Trophy Extended range offre batterie da 77 kWh per un’autonomia di 520 km, al prezzo di 40.290 euro, con consumi di energia di 16,5 kW ogni 100 km e una potenza di 245 Cv. Al vertice della gamma si trova la MG4 XPower, dotata di trazione integrale, batterie da 64 kWh e un motore da 435 Cv, che offre un’autonomia di 385 km al prezzo di 41.290 euro, con consumi di energia di 18,7 kW ogni 100 km.

Peugeot 208

Peugeot 208 è una city car di segmento B caratterizzata da un look sportivo e dimensioni identiche sia nella versione tradizionale che in quella elettrica. La variante elettrica, denominata e-208, mantiene una lunghezza di 405 cm e offre un bagagliaio con una capacità di 265 litri. Sono disponibili quattro varianti, tutte eleggibili per gli incentivi.

La versione di ingresso, Active, dispone di un motore da 136 Cv di potenza, con un prezzo di 35.530 euro. L’autonomia dichiarata è di 362 km, con consumi di energia pari a 15,4 kW ogni 100 km, grazie alla batteria da 50 kWh. Le varianti E-Style e Allure offrono le stesse prestazioni, con prezzi rispettivamente di 36.980 euro e 37.180 euro.

Peugeot e-208 con motore da 156 Cv è equipaggiata con una batteria da 51 kWh, che offre un’autonomia dichiarata fino a 410 km e consumi di energia di 14 kW ogni 100 km. Questa variante è disponibile nell’allestimento GT al prezzo di 40.280 euro.

Renault Megane

La trasformazione di Renault in un marchio a piena vocazione elettrica si manifesta attraverso la nuova Megane E-Tech Electric, caratterizzata da una lunghezza di 420 cm e costruita su un moderno pianale progettato per un utilizzo quotidiano esteso, con un ampio bagagliaio da 389 litri di capacità. La trazione e il motore rimangono anteriori, con un’unica opzione di batteria da 60 kWh e diverse varianti di potenza e abbinamenti con caricabatterie AC7 o AC22, capaci di erogare rispettivamente 7 o 22 kW di corrente alternata. Questo si traduce in una gamma composta da sei versioni, di cui quattro sono eleggibili per gli incentivi.

La versione Comfort Range AC7 Evolution, con una potenza di 130 Cv, è disponibile al prezzo di 38.050 euro e offre un’autonomia dichiarata fino a 470 km, con consumi medi di 15,4 kW ogni 100 km. La Comfort Range AC22 Evolution, con le stesse prestazioni, è proposta a 39.550 euro. La Comfort Range AC7 Evolution da 220 Cv offre un’autonomia di 450 km, con consumi di 15,8 kW ogni 100 km, al prezzo di 40.550 euro, mentre la Comfort Range AC22 Evolution da 220 Cv è disponibile al prezzo di 42.050 euro.

Smart #1

L’aria di prestigio pervade smart #1, il primo modello della nuova azienda derivante dalla collaborazione tra Mercedes e Geely, caratterizzato da una lunghezza di 427 cm e da cinque comodi posti abbinati a un bagagliaio da 323 litri di capacità. La gamma include anche varianti a trazione integrale dual motor con una potenza complessiva di 428 Cv, ma sono due gli allestimenti che beneficiano degli incentivi, ossia la smart #1 Pro a 37.548 euro e la smart #1 Pro Plus a 42.548 euro. Entrambi adottano un singolo motore da 272 Cv situato nella parte posteriore, così come la trazione.

La smart #1 Pro è equipaggiata con una batteria da 49 kWh di capacità, garantendo un’autonomia fino a 310 km e un consumo medio di energia pari a 18,1 kW ogni 100 km. D’altra parte, la smart #1 Pro Plus è dotata di batterie con una capacità di 66 kWh, offrendo un’autonomia di 420 km e un consumo medio di energia di 17 kW ogni 100 km.

Tesla Model 3

Con una lunghezza di 472 cm e una carrozzeria dalla silhouette dinamica a tre volumi, questa vettura offre un generoso bagagliaio con una capacità massima di 682 litri. Tesla Model 3 un’icona della transizione verso la mobilità elettrica, presentando un’unica variante che rientra nei limiti di prezzo per beneficiare degli incentivi, denominata NV35 Rwd Premium, proposta a un prezzo di 43.470 euro.

La vettura è equipaggiata con un singolo motore e trazione posteriore, erogando una potenza massima di 283 Cv e presentando un consumo medio di energia di 13,2 kW ogni 100 km. Grazie alla batteria da 53 kWh, l’autonomia dichiarata e garantita raggiunge i 513 km.

Volkswagen ID.3

Dotata di un restyling che conferisce un aspetto più contemporaneo e di un sistema multimediale all’avanguardia, Volkswagen ID.3 mantiene la sua lunghezza di 426 cm e una capacità di carico nel bagagliaio di 385 litri. La propulsione è affidata a un motore da 204 Cv di potenza con trazione posteriore.

La gamma comprende due versioni che rientrano nei criteri per beneficiare degli incentivi: la Pro Performance, proposta a 40.990 euro, e la Pro Performance Edition Plus, disponibile a 41.990 euro. Entrambe sono equipaggiate con una batteria da 62 kWh, presentano consumi medi di 15 kW ogni 100 km e un’autonomia dichiarata di 432 km.

Articolo precedenteBox auto in condominio: quando si può usare come magazzino per una azienda o attività
Prossimo articoloAuto storiche: come fare l’iscrizione al registro ASI